"/>
mercoledì 23 maggio 2018 06:53:17
omnimilano

Ema, cda avvia iter approvazione nuova sede Amsterdam. Sala: “Ci credo ancora, io non mollo”

7 febbraio 2018 Politica

“Ogni giorno i dubbi aumentano rispetto alla proposta degli olandesi. Certamente non sono stati molto corretti perché hanno lasciato intendere che la soluzione transitoria sarebbe stata sufficiente per le esigenze di Ema. Io sto sollecitando il nostro governo e il presidente del consiglio. In questo momento non è il problema di lamentarci perché siamo stati penalizzati nel sorteggio, ma di combattere. Io ci credo ancora molto e credo a questo punto che il primo passaggio sia la visita della commissione il 12 febbraio” alle strutture temporanee messe a disposizione da Amsterdam per l’Agenzia del farmaco e “quello sarà un passaggio importante, però certamente io su questo tema di Ema non voglio mollare”. Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala, a margine della presentazione del Salone del Mobile, in merito alla vicenda dell’assegnazione della sede dell’agenzia europea del farmaco ad Amsterdam. Il  Comune di Milano ha chiesto inoltre alla Corte di giustizia Ue di sospendere il trasferimento dell’Ema da Londra ad Amsterdam. Una richiesta che si affianca al ricorso principale, presentato nei giorni scorsi per l’inadeguatezza della sede provvisaria proposta dall’Olanda. Intanto però il cda di Ema annuncia oggi di aver  avviato il processo di approvazione per i locali di Ema ad Amsterdam. “L’Ema – si legge in una nota del board – si trasferirà da Londra ad Amsterdam entro la fine di marzo 2019, quando il Regno Unito si ritirerà dall’Unione Europea (UE). Le autorità olandesi si sono impegnate a creare locali completamente nuovi e su misura per l’EMA nel distretto commerciale Zuidas. L’edificio sarà completato entro il 30 marzo 2019, quando Ema sarà pienamente operativo ad Amsterdam. Pertanto, la selezione e la disponibilità di un edificio temporaneo facevano parte dell’offerta dell’Olanda di ospitare l’Agenzia. Il Consiglio – si legge – è stato aggiornato sui locali temporanei dell’Ema, che si trovano nell’area di Sloterdijk ad Amsterdam. Una delegazione dei Paesi Bassi ha confermato che l’edificio Spark sarà rinnovato dalle autorità olandesi in linea con i requisiti Ema e sarà reso disponibile il primo gennaio 2019. Ciò consentirà all’EMA di spostare progressivamente tutto il personale ad Amsterdam entro la fine di marzo 2019. La soluzione provvisoria garantisce la continuità operativa di Ema ad Amsterdam per il tempo limitato fino al completamento del suo nuovo edificio permanente il 15 novembre 2019.
I rappresentanti del governo olandese hanno anche presentato i dettagli sull’edificio permanente dell’Ema nel distretto di Zuidas. Il Consiglio è lieto di sapere che i Paesi Bassi si sono impegnati a una transizione senza soluzione di continuità dei requisiti a lungo termine dell’Ema. Il Consiglio ha discusso gli elementi del fascicolo da presentare all’autorità di bilancio e la richiesta di informazioni supplementari per progredire nella procedura di notifica nel più breve tempo possibile . La notifica dell’intenzione dell’Ema di trasferirsi nell’edificio è richiesta dall’Agenzia ed è un elemento costitutivo del processo di approvazione. L’Ema può sottoscrivere un obbligo contrattuale per i suoi nuovi locali sulla base di un parere positivo dell’autorità di bilancio”.

Condividi questo articolo