"/>
venerdì 22 settembre 2017 06:38:51
omnimilano

Elezioni, Sala traccia la linea per gli assessori: “Chi si candida lasci posto immediatamente”

2 giugno 2017 Cronaca, Politica

“Io non voglio fermare nessuno nelle sue legittime ambizioni. Non ritengo che ci sarà un grandissimo rimpasto, ma le regole sono chiare: se qualcuno decide di percorrere un’altra via, più che legittimamente, deve lasciare il giorno stesso la giunta perché la cosa che non posso permettere è che Milano abbia la sensazione di una giunta disattenta”. Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala, interpellato dai cronisti a margine delle celebrazioni per la festa della Repubblica in piazza Duomo, a chi gli chiedeva se è in previsione un rimpasto in vista delle eventuali candidature dei suoi assessori alle prossime elezioni regionali e politiche. “In ogni caso – ha aggiunto- sceglierò, come ho sempre fatto, con la mia testa come ricostruire la giunta, però onestamente non mi aspetto una grande migrazione. Chi si candida deve lasciare immediatamente per rispetto della città”.

Il sindaco ha poi celebrato il 2 giugno accogliendo milanesi e turisti nel suo ufficio a palazzo Marino. Sala  non si è sottratto a foto e strette di mano, ma si è spinto anche oltre: a due giovani turiste tedesche in cerca di un biglietto per uno spettacolo alla Scala, per esempio, ha promesso il suo impegno per aiutarle nella ricerca. Il primo cittadino ha chiacchierato con tutti i suoi ospiti, passando dall’italiano a un fluente inglese allo spagnolo. È stato contento di accogliere un ragazzo di origine giapponese “appena diventato milanese” e ha stretto la mano a un padre dispiaciuto perché la figlia, arrivata a Milano per studiare, ha deciso di vivere nel capoluogo lombardo anche dopo la laurea. A un bimbo che da grande vuole diventare un supereroe ha chiesto aiuto perché “di supereroi il sindaco ha sempre bisogno”. Sulla grande scrivania quadrata che prima era nei suoi uffici a Expo tre dossier importanti: quello sulla Brexit, quello sui Navigli tema “che diventerà caldo”, ha spiegato lo stesso Sala ai cronisti, e quello che vaglia la possibilità di avere delle biciclette senza stallo.

OLTRE 5MILA PERSONE VISITANO PALAZZO MARINO – Oltre 5mila persone hanno visitato la sede del Comune di Milano. In occasione della Festa della Repubblica, oggi, 2 giugno, Palazzo Marino dopo la giornata di visite – spiega l’amministrazione – ha aperto le porte a milanesi e turisti, che hanno potuto così visitare gli storici spazi istituzionali di piazza della Scala.
Il tour, percorribile liberamente o a seguito guide esperte, si snodava tra il piano terra – con le sale Arazzi, Trinità, Resurrezione e Alessi -, i luoghi del Consiglio Comunale – sala Urbanistica, sala Gialla, sala Marra, lo spazio dove si riunisce l’Assemblea cittadina e il cortile d’onore – e il primo piano: qui i visitatori si sono mossi tra il loggiato, la sala dell’Orologio, l’ufficio del sindaco e la sala Giunta.
Nella mattinata, ad accoglierli anche il primo cittadino, Giuseppe Sala, che ha stretto la mano ai numerosi visitatori e li ha affiancati per gli immancabili selfie.
Grande affluenza soprattutto in occasione dei due momenti musicali organizzati all’interno del cortile d’onore: alle 15.30 si è esibita la Banda della Polizia locale di Milano “Cordialis Rigoris”, mentre alle 17.30 è stata la volta della Civica Orchestra di Fiati.

Condividi questo articolo