"/>
domenica 20 agosto 2017 06:09:08
omnimilano

Amministrative, il centrodestra si afferma a Como, Monza e Lodi: vittoria storica a Sesto San Giovanni

26 giugno 2017 Politica

Affluenza in calo in tutta la Lombardia, -10% circa rispetto al primo turno

Centrodestra vincente nei tre capoluoghi lombardi ai ballottaggi di ieri per le amministrative, Monza, Como e Lodi e anche a Sesto San Giovanni, principale Comune della città metropolitana di Milano al voto, con un’affluenza in Lombardia, dove in tutto hanno votato 27 Comuni, pari a 44,27%, circa 10 punti in meno rispetto al primo turno.
A Monza si afferma Dario Allevi (51,33%) contro il sindaco uscente di centrosinistra Roberto Scanagatti (48,67%), a Como vince Mario Landriscina (52,68%) contro Maurizio Traglio (47,32%) mentre Lodi, commissariata dopo la vicenda giudiziaria che ha coinvolto l’ex sindaco Pd Simone Uggetti, elegge proprio sindaco Sara Casanova (56,90%), che supera nel ballottaggio Carlo Gendarini (43,10%). Nel milanese, a Sesto San Giovanni con la vittoria di Roberto Di Stefano (58,63%) sul sindaco uscente di centrosinistra Monica Chittò (41,37%), il centrodestra segna una vittoria storica, affermandosi per la prima volta alla guida della città. Negli altri 11 Comuni dell’area metropolitana di Milano al ballottaggio il centrodestra si afferma anche ad Abbiategrasso con Cesare Francesco Nai che vince (50,56%) contro Domenico Finiguerra (49,44%), a Garbagnate con Daniele Barletta (54,80%) che si afferma contro Mara Bonesi (45,20%), a Legnano con Gianbattista Fratus (55,84%) che supera Alberto Centinaio (44,16%), a Magenta con Chiara Calati (60,17%) che vince su Gianmarco Invernizzi (39,38%) e a Senago con Magda Beretta (63,37%) che batte Lucio Fois (36,63%). Al centrosinistra vanno invece Buccinasco con Rino Pruiti (51,69%) che supera Nicolò Licata (48,31%), Cernusco sul Naviglio con Ermanno Zacchetti (61,84%) che vince su Paola Carmela Malcangio (38,16%), Melegnano con Rodolfo Bertoli (55,33%) che si afferma su Raffaela Caputo (44,67%), San Donato Milanese con Andrea Checchi (67,86%) che supera Cesare Loris Mannucci (32,14%), mentre vanno a candidati sostenuti da liste civiche Melzo con Antonio Fusè 62,96%) che batte il candidato di centrodestra Antonio Camerlengo (37,04%)e Vimodrone con Dario Veneroni (56,34%) che supera la candidata di centrodestra Ilaria Chiaranda (43,66%). In calo di circa dieci punti l’affluenza rispetto al primo turno sia a livello regionale (44,27% contro 54,10% di due settimane fa) che nell’area metropolitana (43,38% contro 53,85% del primo turno). Il Comune dell’area metropolitana con maggior affluenza, secondo i dati del ministero dell’Interno, è stato Magenta, 49,82%, primato negativo per San Donato Milanese (36,67%). A Sesto San Giovanni invece ha votato il 45,61% degli aventi diritto. Per quanto riguarda i tre capoluoghi di provincia, infine, la maggior affluenza si è registrata a Lodi (51,35%) e la peggiore a Como (35,82%), mentre a Monza ha votato il 45,25 % degli elettori.

Condividi questo articolo