"/>
mercoledì 23 agosto 2017 15:59:58
omnimilano

‘Effetto Expo’, volume affari di 31,6 mld e 500 mln di gettito
Padoan: “Ritorno anche da migliorata reputazione”

5 maggio 2016 Omniparlamento, Politica

Al dicembre 2015 l’impatto economico di Expo risulta “migliorato rispetto alle stime del 2013” con “un miglioramento dei valori della produzione aggiuntiva, del valore aggiunto e del dato occupazionale superiore al 30 per cento”. Sono i dati sugli effetti economici di Expo riferiti dal presidente della Camera di Commercio Carlo Sangalli, in conferenza stampa a palazzo Turati con i ministri all’Economia Pier Carlo Padoan e alle Politiche agricole Maurizio Martina. Secondo i “dati assoluti ad oggi sul territorio nazionale” si registra, ha detto Sangalli “un indotto complessivo dell’evento nel periodo 2012-2020 pari a una produzione aggiuntiva di 31,6 miliardi di euro ((il “volume d’affari” generato) , un valore aggiunto di 13,9 miliardi e un impatto occupazionale pari a 242.400 unita’ lavorative aggiuntive”. Padoan ha quindi aggiunto che “Expo ha innescato un giro d’affari che ha prodotto un gettito fiscale aggiuntivo per le casse dello Stato stimati dal Ministero dell’Economia e delle finanze in circa 500 milioni di euro”. La stima include i tributi di Ires, Irap, Irpef e Iva. Per il ministro però  “il successo di Expo non e’ solo nei numeri ma in altri aspetti. Quale clima c’era prima di Expo? di scetticismo e timore. Quel clima e’ stato spazzato via, con una grandissima dimostrazione della capacita’ di agire tra istituzioni e non solo”. Per Padoan inoltre “l’impatto reputazionale puo’ avere ritorni a lungo termine molto superiori a quelli misurati”. Cosi’, ad esempio, oltre al valore aggiunto che secondo le stime della Camera di commercio e’ stato prodotto dall’evento “molto piu’ importanti sono gli effetti indotti in senso dinamico, con il turista che torna e induce la visita di altri turisti. Su questo mi aspetto in futuro grandi risultati”.

Condividi questo articolo