"/>
venerdì 26 maggio 2017 05:46:59
omnimilano

DROGA, SMANTELLATA RETE GROSSISTI SPACCIO: 8 ARRESTI

22 marzo 2017 Senza categoria

E’ di questa mattina l’operazione condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Milano con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale del capoluogo lombardo nei confronti di 8 pusher nordafricani, di età compresa tra i 30 e i 49 anni, ritenuti responsabili a vario titolo di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Il blitz, che ha interessato le province di Milano e Nuoro, giunge a coronamento di una complessa attività che ha permesso agli uomini dell’Arma di disarticolare un sodalizio criminale dedito allo spaccio all’ingrosso di sostanze stupefacenti, attivo a Milano. Le indagini, avviate nel dicembre 2013 dai Carabinieri della Compagnia Milano-Duomo, erano partite dall’arresto in flagranza di un 31enne cinese, trovato in possesso di un panetto di hashish del peso di un chilo e di alcune dosi di cocaina. Dai successivi accertamenti è emerso che lo straniero custodiva il panetto per conto di un’altra persona, sul cui circuito relazionale si sono indirizzate le prime indagini. Gli uomini dell’Arma hanno così individuato la rete di nordafricani che importava in Italia grossi quantitativi di hashish, occultati in valige provenienti dal Marocco, attraverso la Spagna. Le successive investigazioni si sono focalizzate su 3 cittadini marocchini, il cui appartamento in zona Pompeo Castelli è stato individuato come base logistica ove veniva custodito lo stupefacente, ceduto in quantitativi non inferiori ai 100 gr. I Carabinieri hanno quindi ricostruito la rete dei fornitori, arrestando in flagranza, a fine gennaio 2014, un connazionale, bloccato in strada con 4 kg. di hashish, che nel suo appartamento nascondeva oltre 65 kg. della medesima droga. Quindi è stata la volta di un altro marocchino, arrestato qualche giorno dopo con un trolley contenente 15 kg. di hashish, suddivisi in 1.500 ovuli. Nel successivo mese di aprile 2014 i Carabinieri avevano individuato il covo di altri due fratelli marocchini, tratti in arresto, che utilizzavano un appartamento sito in via Pirandello di Cinisello Balsamo (MI) e due autovetture come “centrale di smistamento”, dove occultavano 160 kg. di hashish, 250 gr. di cocaina e 30.000 euro in contanti.
Nel corso dell’attività sono state arrestate complessivamente 16 persone e sequestrati 255 kg. di hashish, 1 kg. di cocaina e 40.000 euro provento dell’attività di spaccio.

Condividi questo articolo