"/>
mercoledì 23 agosto 2017 02:41:36
omnimilano

DROGA, CONTROLLI CC INTENSIFICATI DURANTE SETTIMANA MODA: 28 ARRESTI

25 settembre 2016 Cronaca

Continua l’attività di contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti del Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano. Nei giorni che hanno visto l’ingente presenza di visitatori nel capoluogo milanese per gli eventi legati alla settimana della moda, i militari dell’Arma hanno intensificato i controlli, sia in città che nell’hinterland, con un’attenzione particolare per i luoghi della movida e dell’aggregazione giovanile.
Sono 37 i pusher deferiti all’Autorità Giudiziaria, di cui 28 arrestati per detenzione ai fini dello spaccio e 9 indagati a piede libero; 7 sono i ragazzi segnalati al Prefetto quali assuntori di sostanze stupefacenti. Il dato complessivo dello stupefacente sequestrato ammonta a 8 kg, mentre il contante trovato nella disponibilità degli spacciatori ha superato i 75 mila euro.
Nel capoluogo, tra gli interventi più rilevanti, la Compagnia Milano – Porta Monforte, nell’ambito dei normali controlli alla circolazione stradale, ha messo a segno due sequestri di stupefacente. Nel primo caso, lunedì, i militari hanno sottoposto a perquisizione l’utilitaria di un automobilista milanese 40enne, già noto per reati legati allo spaccio, rinvenendo 3 involucri di hashish, per complessivi 3 chili di peso. Nel secondo caso, martedì, gli operanti hanno fermato un 51enne marocchino, anche questi già noto per traffico di stupefacenti. L’approfondimento delle verifiche ha portato alla scoperta di alcune bustine di cocaina e di 3 mila euro in contanti, il tutto occultato sulla vettura. La successiva perquisizione domiciliare, svolta a Monza, ha quindi portato al rinvenimento e sequestro di 3 chili e mezzo di cocaina, ancora da confezionare, e di 300 grammi di hashish, oltre ad ulteriori 47 mila euro in banconote di tutti i tagli.
La Compagnia Milano – Porta Magenta, operando all’interno del quartiere “Navigli”, ha effettuato controlli nella notte tra venerdì e sabato, procedendo all’arresto di un cittadino marocchino 25enne irregolare, sorpreso in possesso di svariate “dosi” di hashish e di alcune centinaia di euro in contanti, provento di spaccio. Del medesimo reato risponderanno anche un secondo marocchino 25enne e un 23enne filippino, entrambi deferiti in stato di libertà per il possesso di alcuni grammi di hashish e marijuana. In particolare, il secondo, già agli arresti domiciliari per fatti di droga, sorpreso in flagrante evasione, è stato segnalato per l’aggravamento della misura detentiva. Nel medesimo contesto operativo, i militari hanno rintracciato un 21enne italiano, atteso in carcere per scontare 10 mesi di reclusione per spaccio.
A Rho (MI), i militari della locale Compagnia, a conclusione di un’articolata attività d’indagine, hanno tratto in arresto tre cittadini tunisini, di età compresa tra i 27 e i 38 anni, con precedenti specifici, deferendo contestualmente anche 5 marocchini, tra i 22 ed i 34 anni, nonché un 36enne milanese, tutti legati allo spaccio di strada. Gli arresti e le perquisizioni hanno riguardato il capoluogo e l’hinterland milanese, consentendo il sequestro di 15 mila euro in contanti.
A Sesto San Giovanni (MI) gli uomini dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia hanno sorpreso in strada un 29enne tunisino, agli arresti domiciliari per reati legati allo spaccio. Alla vista dei militari il malvivente si è dato alla fuga, venendo prontamente bloccato dai Carabinieri. La perquisizione personale ha portato al rinvenimento nelle sue tasche di 1'500 euro in contanti ed i controlli, estesi all’abitazione di Cinisello Balsamo (MI), hanno permesso di sequestrare ulteriori 5 mila euro nonché 520 gr. di eroina pronta per essere smerciata.
Infine, nella notte, a Misinto (MB), i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Seregno (MB), insospettiti da un’autovettura che procedeva ad alta velocità su una strada locale, hanno bloccato e controllato due marocchini irregolari, rispettivamente un 24enne ed un 28enne. L’accurata perquisizione dell’abitacolo ha condotto gli operanti a rinvenire dieci dosi di cocaina occultate in una presa d’aria del cruscotto. I due, tratti in arresto, erano anche in possesso di 615 euro in contanti e di 4 telefoni cellulari.

Condividi questo articolo