"/>
sabato 29 luglio 2017 13:51:01
omnimilano

Dibattiti, archistar e momenti di festa: 20mila partecipanti per la prima Milano Arch Week

19 giugno 2017 Cronaca, Cultura

Si è chiusa ieri mattina, con la prima visita guidata alla Palazzina dei bagni Misteriosi del Teatro Franco Parenti, la prima Milano Arch Week. Promossa dal Comune, dal Politecnico e dalla Triennale, la manifestazione “ha raccolto ovunque un grande successo di pubblico”, spiegano gli organizzatori, con “circa 20mila i partecipanti alle iniziative nelle due sedi istituzionali (Politecnico e Triennale) e gli amanti dell’architettura che hanno seguito le visite guidate alle case museo, le gite di Polimibus, le incursioni di VespArch e i numerosi eventi diffusi nell’intera città”. L’iniziativa ha ospitato momenti di riflessione sul futuro e il presente di Milano, lezioni di prestigiosi progettisti internazionali (come gli RCR Arquitectes vincitori del Pritzker 2017 e il grande Maestro USA Peter Eisenman), discussioni su grandi e urgenti questioni come la ricostruzione post sisma in Italia centrale ed eventi mirabili come la serata di festa dedicata allo straordinario Gillo Dorfles e il concerto finale di Fabri Fibra, che ha chiamato centinaia di giovani a riflettere sul ruolo della musica come riscatto dalle periferie sociali e dal degrado culturale. Con la sua varietà di eventi e luoghi, Milano Arch Week “ha dimostrato da un lato l’ampiezza di temi e partecipanti che l’Architettura sa offrire e dall’altro il ruolo oggi insostituibile di Milano come epicentro dell’Architettura planetaria”, concludono i promotori della manifestazione.

Condividi questo articolo