"/>
giovedì 17 agosto 2017 21:17:05
omnimilano

DESIGN, CAMERA COMMERCIO: MILANO PRIMA IN EUROPA CON PARIGI PER CREATIVITÀ

29 novembre 2016 Imprese

Primo posto in Europa, è il risultato ottenuto da Milano, nella classifica per le domande di tutela del design, attraverso marchi e disegni. Lo annuncia in un comunicato la Camera di commercio di Milano. Milano supera la grande Parigi per domande per abitante, 224 con una concentrazione del 20% più alta, anche se Parigi è più elevata per numero assoluto, 297. Anche la Lombardia si posiziona prima in classifica insieme all’Île de France, rispettivamente con 467 e 574 domande e un peso analogo sulla popolazione. Emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano su dati Eurostat 2015. Sono circa 500 le domande lombarde di tutela in Europa per i prodotti del design, su un totale italiano di quasi 2 mila. Milano da sola conta la metà regionale, oltre 200, più di un decimo del totale nazionale. La giornata dedicata al design italiano e alla sua tutela in Europa con marchi e disegni si è svolta in Camera di commercio di Milano. Presentata la nuova guida “L’ABC giuridico del design” per le imprese, gratis in internet: http://www.marchiedisegni.eu/. Si tratta di un momento di confronto tra chi si occupa di tutela dei marchi e dei disegni a livello comunitario e a livello nazionale. Il focus di quest’anno ha riguardato in particolare il funzionamento del sistema di registrazione e tutela del design a livello europeo. Quest’edizione si inserisce inoltre all’interno della prima cerimonia di assegnazione dei premi DesignEuropa che avverrà domani, mercoledì 30 novembre 2016, presso l’Unicredit Pavillon. L’iniziativa è stata realizzata e finanziata nell’ambito della collaborazione tra l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) e l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM). Lombardia è protagonista del design italiano con oltre 18 mila imprese. Sono 5.845 nel manifatturiero e rappresentano oltre un quinto del totale italiano (22,5%) e vedono Monza (1.649 attività) e Milano (1.330) prima e seconda in Italia ma tra le prime 20 ci sono anche Bergamo (15°) e Brescia (16°). Nel commercio invece la Lombardia con 8.211 imprese rappresenta il 13,6% italiano con tra le prime Milano (3°), Monza (10°), Brescia (11°) e Bergamo (18°). Nella progettazione la Lombardia con 4.313 imprese sale a quasi un quarto del totale italiano (24,1%) con Milano al primo posto con quasi 2 mila imprese mentre Bergamo e Brescia si piazzano al 6° e 7° posto, Como all’11°, Monza e Brianza al 14° e Varese al 18°. Emerge da elaborazioni della Camera di commercio di Milano su dati Istat e registro delle imprese Il design italiano conta su un export da 20,7 miliardi in un anno. È il valore raggiunto dall’Italia nel 2015 tra arredamento, illuminazione, articoli in porcellana e ceramica e gioielleria, +6,6% rispetto all’anno precedente. In particolare sono aumentate le esportazioni di mobili per cucine (+10%), di arredo domestico, parti di mobili e sedie (+9%) e di gioielleria (+8%). I 3 maggiori partner italiani sono: Francia (13%), Svizzera (9,3%), Germania (9,2%). Gli emergenti: Messico (+46,3%), Cina (+35%) e Arabia Saudita (+22,3%). Ma tra le prime 20 destinazioni compaiono anche: Stati Uniti, Canada, Giappone e Australia. E se la Francia è il principale partner per quasi tutti i prodotti, i mobili d’ufficio vanno anche in Arabia Saudita, le cucine negli Stati Uniti e in Russia, i materassi in Germania e Polonia, l’arredo domestico negli Stati Uniti, le poltrone, i divani e le parti di mobili nel Regno Unito, le apparecchiature per l’illuminazione, i prodotti in porcellana e vetro, le sedie e l’arredo esterno in Germania, la gioielleria, bigiotteria e le pietre preziose in Svizzera, Emirati Arabi Uniti e Hong Kong. Ai primi posti in Italia per imprese del design: nel manifatturiero Monza e Brianza (6,4%), Milano (5,1%) e Treviso (4,6%); nel commercio Roma (8,9%), Napoli (8,6%), Milano (5,3%); nella progettazione di design Milano (9,8%), Torino (6,9%), Roma (5,2%).

Condividi questo articolo