"/>
lunedì 21 agosto 2017 01:02:58
omnimilano

Arrivano le pattuglie miste in via Padova, Corvetto e San Siro. In città 150 militari in più per tre mesi

23 novembre 2016 Cronaca, Politica

Sono tre le zone della città che, con ogni probabilità dalla prossima settimana, vedranno girare le pattuglie miste di esercito e agenti della polizia e carabinieri: “La zona di via Padova, la zona di Corvetto e la zona di San Siro”. A comunicarlo è il prefetto Alessandro Marangoni al termine del comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza riunito questa mattina in prefettura. Per queste zone “verrà impiegata la metà del contingente” composto da 150 militari che arriveranno a Milano entro questo weekend. Il prefetto ha spiegato che, oltre alle pattuglie miste, “ci saranno altri sei obiettivi fissi che verranno presidiati da elementi dell’esercito che avranno un supporto esterno da parte delle forze di Polizia”. I sei presidi saranno in Darsena, in piazza Castello, in piazzale Loreto, alla stazione Centrale, a Bonola e in via Sammartini. “In questi giorni – ha aggiunto il prefetto – sono state fatte delle prime valutazioni sull’impiego di questi uomini, valutazioni che non sono terminate. Questa mattina c’è stato un primo step, sicuramente venerdì mattina avremo la mappa definitiva del posizionamento di questi uomini”. L’impiego del contingente di 150 militari che arriveranno a Milano entro questa settimana per le pattuglie miste e il presidio di obiettivi fissi “sarà limitato per tre mesi”, ha poi spiegato Marangoni: “Se alla scadenza di questi tre mesi ancora ci sarà la necessità, verrà valutata la possibilità di prorogare queste pattuglie miste. Se ne riparlerà verso la fine di febbraio”. L’impiego dei militari, ha chiarito il prefetto, “è principalmente per la prevenzione di quelli che sono i reati comuni e per i reati connessi al terrorismo”. Questo permetterà “il recupero delle forze di polizia che in questo momento sono impegnate sul territorio e anche della polizia locale. Un recupero per essere dislocate in altre zone”. Infatti, “già da quest’estate alcune zone del centro cittadino, piazza Duomo, Corso Vittorio Emanuele, la Darsena e la zona dei Navigli sono interessate dall’impiego di queste pattuglie”, ha concluso. “Come aveva chiesto il sindaco – ha sottolineato l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza, a margine del Comitato – non solo ci saranno delle pattuglie nelle zone periferiche, ma alcune pattuglie miste andranno a sostituire la presenza locale che verrà dislocata in altre periferie. Vogliamo far diventare queste pattuglie miste e anche le pattuglie solo dell’esercito come un elemento moltiplicatore che ci permette di coprire a più ampio raggio le periferie di Milano. Il lavoro che faremo in questi giorni – ha proseguito Rozza – insieme al questore e al colonnello dei carabinieri del comando provinciale di Milano sarà individuare quelle situazioni dove possiamo mettere la pattuglia dell’esercito e spostare la pattuglia della polizia locale per mandarla in un’altra periferia che non viene coperta dall’esercito. Il nostro obiettivo è fare massa critica e utilizzare al massimo tutte le forze in campo per coprire con i presidi in tutte le periferie”.

Condividi questo articolo