"/>
lunedì 20 agosto 2018 15:04:25
omnimilano

COPPA MILANO-SANREMO, AUTO D’EPOCA DOMANI SFILANO IN PIAZZA CASTELLO

22 marzo 2018 Cronaca
A sette anni dall’ultima rievocazione storica, la Coppa Milano-Sanremo ritorna per le strade di Milano. Ospite d’onore della parata e conducente d’eccezione, sarà Pierfrancesco Favino, brand ambassador IWC, che sfilerà a bordo di una Mercedes SL 250 del 1967. Dopo il successo riscosso al Festival della Canzone Italiana, l’attore prosegue quindi il “gemellaggio” con la Riviera dei Fiori legando ancora una volta il suo nome alla splendida cittadina ligure e celebrando con gli organizzatori la gara per auto d’epoca più antica d’Italia.
La manifestazione ha preso il via questa mattina con il ritrovo degli equipaggi presso l’Autodromo di Monza dove si effettueranno le verifiche tecniche e sportive, i giri liberi in pista e la parata inaugurale delle vetture che dopo un passaggio nel centro della città brianzola raggiungeranno Milano. Domani, da Piazza Castello, gli equipaggi si presenteranno sulla griglia di partenza per percorrere gli oltre 600 chilometri di gara. Passando per i territori lombardo – piemontesi, la prima sosta è prevista nella storica cornice del Villa Sparina Resort nei pressi di Gavi, da dove le vetture ripartiranno percorrendo i paesaggi straordinari dell’entroterra ligure, fino a raggiungere a sera, Rapallo dove al porto Carlo Riva presso lo Yatch Club si terrà la Cena di Gala a tema nautico
La rievocazione storica – inserita per la prima volta nel Trofeo Superclassica ACI – della gara più antica d’Italia (la prima edizione fu nel 1906) torna in pista percorrendo alcuni degli itinerari più affascinanti e tortuosi della penisola.
Per la decima rievocazione l’organizzazione ha selezionato oltre 70 vetture di grande prestigio e valore storico costruite tra il 1906 e il 1976. Tanti sono gli equipaggi stranieri, a conferma dell’importanza della gara sia per il settore che per gli appassionati di tutto il mondo.
Tra le auto in gara veterana tra le veterane, sarà la Fiat 514 del 1930, guidata da S.A.R. il Principe Emanuele Filiberto di Savoia, accompagnata da altri capolavori come la Maserati A6GCS-53 Berlinetta Pininfarina del 1953 (della collezione privata Panini), una Maserati Ghibli 4,9 SS del 1969 e una Maserati 250 S Prototype del 1954 guidata dall’invincibile Juan Manuel Fangio , una Aston Martin DB2 e una DB4 rispettivamente del 1952 e 1960, una Ermini 1100 Sport International del 1954, una O.S.C.A. MT4 1100 Sport del 1954, un’Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este del 1951 e un’Alfa Giulia TZ del 1964, un’ACE Bristol Roadster del 1957 e una Porsche 356 A 1600 Speedster del 1957. In rappresentanza della Casa del Cavallino Rampante troviamo una Ferrari 857 S Monza del 1955, che tra i suoi piloti passati vanta nomi leggendari come Piero Taruffi, Peter Collins e Alfonso De Portago.
Il nuovo percorso, profondamente rivisitato rispetto alle ultime Rievocazioni, toccherà Lombardia, Piemonte e Liguria in un tragitto di oltre 600 chilometri e comprenderà più di 60 prove totali: 52 prove speciali e 6 prove di media (con rilevamenti intermedi).
Tornando al percorso, sabato 24 marzo è il giorno decisivo dove gli equipaggi dovranno vedersela con le ultime prove speciali: da Rapallo sfioreranno La Superba, sosteranno nell’incantevole Villa Ottolenghi di Acqui Terme, appartenuta all’omonimo Conte vincitore della gara nel 1929, e percorrendo le montagne dell’appenino ligure, attraverseranno le insidiose curve del Passo del Faiallo, Passo del Bric Berton, Colle del Melogno, Colle Scravaion, Colle San Bartolomeo per poi scendere infine verso Sanremo in vista del traguardo che la prima macchina dovrebbe tagliare tra le 19.00 e le 20.00.
L’edizione 2018 sarà corredata da ben 20 titoli d’onore che premieranno i primi 10 equipaggi della classifica generale, i primi 3 classificati per ciascuna categoria, i primi 3 classificati nelle prove di media, la prima scuderia, il primo equipaggio under 30.
Come da tradizione verrà anche premiato il primo equipaggio femminile che oltre al titolo assoluto, potrà gareggiare per l’ambito premio “Coppa delle Dame”. Già nel 1929 erano ben 5 gli equipaggi femminili che concorrevano per il titolo anche chiamato “La Perla di Sanremo”.
A questi si aggiunge poi un premio di speciale valore simbolico. Si tratta del “Trofeo degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia” il titolo che la Real Casa conferirà all’equipaggio che saprà distinguersi per fair play e cavalleria, istituito per rendere omaggio al celebre antenato Adalberto di Savoia che nel 1933 vinse la gara.
L’evento vedrà inoltre protagonisti personaggi illustri del “jet set dell’automotive” tra i quali Prisca Taruffi, che durante la premiazione finale nella città di Sanremo, presenterà la seconda edizione del “Volpe Argentata Event” a trent’anni dalla scomparsa del padre, l’insuperabile pilota Piero Taruffi.

Condividi questo articolo