"/>
mercoledì 28 giugno 2017 07:29:09
omnimilano

Contapersone e metal detector per il concerto di Radio Italia. Sala: “Speriamo in futuro di allentare controlli”

19 giugno 2017 Cronaca, Spettacolo

Il sindaco Giuseppe Sala è “soddisfatto” per come la macchina della sicurezza e dei controlli ha funzionato ieri in piazza Duomo in occasione del concerto di Radio Italia. “Certamente – ha commentato a margine di un incontro all’Unicredit Pavilion – quello che bisognerà fare dipenderà dal momento. Ieri era giusto così”, ma “in funzione della situazione tutti noi speriamo che si possano anche allentare queste misure di sicurezza. Dobbiamo andare avanti consapevolmente e osservando quello che avviene attorno, ma per ieri bene”.  “Dobbiamo ricordarci che sulla piazza si affaccia il Duomo e quindi credo che per l’utilizzo della piazza serve una riflessione con la Curia”, ha detto ancora il sindaco commentando le parole dell’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza secondo cui potrebbe essere rimodulata la tipologia di eventi che si fanno in piazza Duomo. “Con il nuovo arcivescovo, quando arriverà – ha detto Sala – ci sono tanti temi da affrontare. Questo non è un tema tra i più importanti ma lo affronteremo. Aspettiamo quindi a decidere. Io sono per una piazza viva anche se per un uso non troppo frequente, ragioniamoci. Concerti sì ma non troppi”, ha concluso il sindaco.

La questura ha comunicato che per il ‘concertone’ sono stati impiegati circa 300 uomini. I servizi disposti dalla Questura, in corso sin dalle 8 della mattina, si riferisce in una nota, “hanno previsto l’impiego di circa 300 uomini di cui 75 operatori tra Polizia di Stato e Carabinieri, con le Volanti dell’Upg, i Reparti specializzati con artificiere e tiratori scelti, e con la Scientifica, la Squadra Mobile e la Digos, la Divisione Polizia Amministrativa per contrastare il fenomeno del “bagarinaggio”, 25 della Polizia penitenziaria e circa 200 dei Reparti inquadrati, con in più l’ausilio di circa 100 agenti della Polizia Locale e con la presenza di un adeguato presidio di assistenza sanitaria a cura del 118 e di presidi dei Vigili del fuoco e della Protezione civile”.

LA GIORNATA DI DOMENICA: CONTROLLI, MAGLIETTE BIANCHE E PALLONCINI – Si è riempita piazza Duomo dove si svolgono le procedure di ingresso nell’area transennata dalla quale i 23.500 fortunati che riusciranno a entrare assisteranno al tradizionale concertone di Radio Italia che subisce i fatti di Torino. Per la prima volta, infatti, piazza Duomo si presenta completamente transennata a causa delle nuove disposizioni per la sicurezza emanate dal capo della polizia Franco Gabrielli per i grandi eventi. Ai nove varchi di accesso e uscita sono posizionate squadre di steward e forze dell’ordine che ispezionano borse col metal detector e impediscono l’ingresso a contenitori di vetro, bottiglie col tappo. I fan si sottopongono all’operazione in modo ordinato e senza creare problemi. A ogni varco sono posizionati degli steward col contapersone per conteggiare la gente sia in entrata che in uscita. Molte sono le magliette bianche all’interno della zona rossa, quella a ridosso del palco. Tanti, infatti, hanno raccolto l’appello degli organizzatori di indossare qualcosa di bianco per lanciare il messaggio che “la musica è più forte” della paura e del terrore dopo i fatti di Manchester e Torino. Qualcuno però, non ha resistito al caldo e sosta in piazza in costume. I fan hanno cominciato a entrare già questa mattina, dopo le bonifiche, ma la zona rossa non è ancora completamente piena e si prosegue con gli ingressi. Nel resto della piazza, per ora, non si notano particolari assembramenti, come raccomandato dalla prefettura e dall’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza, ma comunque tanti sono gli agenti delle forze dell’ordine che presidiano anche la zona non transennata e che inviteranno le persone in eccesso a lasciare la piazza. Il sagrato è stato da poco liberato e questa sera verrà dedicato ai diversamente abili.

L’INVITO DEGLI ORGANIZZATORI: INDOSSATE UNA MAGLIETTA BIANCA – Radio Italia invita “tutti i radioascoltatori e tutti coloro che saranno in piazza ad indossare una maglietta bianca. “La musica è più forte” è l’iniziativa nata per rispondere al clima di queste giornate”. “Noi, ci siamo e vogliamo dare un segnale forte, positivo, di unione, di gioia e di condivisione – ha dichiarato il Presidente e fondatore di Radio Italia Mario Volanti – Ci piacerebbe che la piazza fosse bianca in segno di rispetto per tutti i recenti accadimenti ma anche per unirci tutti insieme ancora più degli anni scorsi! La musica è più forte, ci sarà sempre e sarà sempre e per tutti pace, purezza e libertà. La musica è “leggera” e vuole serenità e noi siamo tutti qui per dimostrare che ci siamo. In accordo con tutti i nuovi adempimenti richiesti dalle autorità competenti sono cominciate le prove del grande evento che domani sera porterà in piazza migliaia di persone. I cantanti stanno facendo le prove in piazza e il sentimento condiviso è quello di voler essere più forti e di ricordare a tutti il potere della musica che abbiamo dentro, che accompagna da sempre le nostre giornate e da 35 anni la storia di Radio Italia. Gli speaker di Radio Italia, Luca e Paolo, numerosi cantanti e talent stanno già aderendo all’iniziativa postando sui social immagini e video”.

Condividi questo articolo