"/>
domenica 19 novembre 2017 15:16:52
omnimilano

CONFCOMMERCIO, DA POST BREXIT A ESENZIONI AREA C: IN ASSEMBLEA ISTANZE A SALA

27 giugno 2016 Imprese

Un nuovo tavolo, che guarda all’Europa, con amministrazione e parti sociali per lo sviluppo della Città Metropolitana. Il rilancio delle periferie con incentivi fiscali per le imprese che investono. Milano attrattiva tutto l’anno con una “Dmo, Destination Management Organization” per promuovere grandi eventi e turismo internazionale. L’imposta di soggiorno come tassa di scopo. Sono alcuni dei temi rilanciati da Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza, che oggi nella sua assemblea pubblica ha ospitato il nuovo sindaco di Milano e della Città Metropolitana Giuseppe Sala e il governatore della Lombardia Roberto Maroni. “Dato importante” per il presidente Carlo Sangalli “l’accoglienza positiva per il ‘Decalogo del Terziario per la Grande Milano’, prosecuzione dell’impegno avviato con ‘Benvenuto il Luogo’, il programma presentato da Sangalli. “Gioco di squadra” per il post Brexit come per Expo, agevolazioni fiscali e migliori infrastrutture, contrasto più incisivo e continuo ad abusivismo e contraffazione, aree pedonali in città che non siano “isole” ma “accessibili, dinamiche e condivise”. E ancora: Area C “da rivedere” con esenzioni per gli Euro 6 e le imprese residenti, riduzioni fiscali mirate per tutte le attività commerciali danneggiate dai cantieri. Queste le richieste rinnovate alla nuova amministrazione.

Condividi questo articolo