"/>
mercoledì 20 giugno 2018 07:22:36
omnimilano

Comune, nel bilancio biglietto Atm a 2 euro dal 2019. Sala: “Costi aumentati, deve intervenire anche la Regione”

29 dicembre 2017 Politica

“Stiamo ipotizzando una crescita del biglietto Atm di 50 centesimi a partire dal 2019, un aumento dopo sette anni e mezzo di prezzo stabile. Abbiamo però un anno di tempo. Ho chiesto all’assessore Granelli di verificare che attenuazioni ci possono essere per le categorie più deboli e su come lavorare sugli abbonamenti”, ma per scongiurare l’aumento il contributo più importante dovrebbe arrivare da “un ritorno superiore con i fondi regionali” per il trasporto pubblico, in quel caso “potremmo anche non avere bisogno di aumentare il prezzo del biglietto, ma per serietà abbiamo inserito questa cifra che vale circa 60-70 mln all’anno, un po’ meno il primo anno”. Così il sindaco Giuseppe Sala illustrando dopo la giunta riunita oggi al teatro del Buratto le linee guida triennali di bilancio e in particolare l’ipotesi, inserita nelle linee guida, di aumentare il prezzo del biglietto Atm dal 2019 portandolo a 2 euro.  Il tpl (trasporto pubblico locale), ha spiegato ancora Sala, “costa a Milano 826 mln, lo si copre con le tariffe che valgono circa 490 mln e il residuo dovrebbe venire da contributi del governo attraverso la Regione” che poi a sua volta riparte i fondi. “Milano ha continuato a investire ma i fondi non sono aumentati o addirittura ci sono state riduzioni, ma soprattutto Regione Lombardia non e’ riuscita a farsi riconoscere dal governo lo sforzo fatto, che viene parametrato sui km coperti, un parametro che per la Lombardia non è ancora cambiato dopo 10 anni. Quindi le regioni che hanno investito non hanno avuto nessun premio. Questo – ha sottolineato il sindaco – è un tema politico sensibile su cui intervenire”. L’intenzione è di approvare nella seduta di giunta del 19 gennaio le linee guida di bilancio per poi arrivare al voto dell’aula entro il 28 febbraio come prevede la legge.

Condividi questo articolo