"/>
domenica 19 novembre 2017 07:56:49
omnimilano

Comune, Milano-Parigi andata e ritorno: la cultura viaggia in treno

15 marzo 2016 Cultura

“Ma cos’è?”, “qu’est qui se passe?”, “che bello”, “super”: diverse ma tutte condite da stupore e curiositá le reazioni dei passeggeri del treno TGV Milano Parigi che in seconda classe hanno visto passare la performance delle Civiche Scuole di Teatro Paolo Grassi. L’obiettivo di questa prima escursione artistica è di promuovere in particolare Umberto Boccioni e Bruno Munari passando per le carrozze “danzando” e distribuendo materiale promozionale. Le maschera stile Munari e che riprendono opere di Boccioni nelle mani dei performers sono l’elemento che cattura l’attenzione sia dei grandi che dei piccoli viaggiatori. Le performance proseguiranno “a sprazzi”‘fino a Parigi, per chi sale, per chi resta, per chiunque voglia lasciarsi incuriosire dalla originale modalitá di raccontare l’arte sui binari. Il viaggio programmato dal Comune si svolge andata-ritorno sul TGV di SNCF e intende, spiega l’amministrazione, “raccontare la ricchezza e la vivacità della Milano culturale del 2016: due giornate in carrozza tra Italia e Francia – andata oggi e ritorno domani – per promuovere sul treno a grande velocità che collega con tre corse al giorno Milano a Parigi l’attività dei teatri, le mostre, i musei e le esposizioni internazionali che animeranno la vita della città nei prossimi mesi, con un programma che garantisce l’attrattività turistica di Milano ben oltre i confini nazionali”.
Il viaggio è stato pensato all’interno del protocollo d’intesa sottoscritto tra Comune di Milano e la filiale italiana di SNCF (Ferrovie francesi), per la promozione – non solo a Parigi ma in tutta la Francia – di alcuni importanti appuntamenti culturali: la XXI Esposizione Triennale di Arte e Architettura, che prende il via il 2 aprile in Triennale e in molti spazi espositivi della Città; la grande mostra “Umberto Boccioni. Genio e memoria”, che aprirà al pubblico il 23 marzo a Palazzo Reale, omaggio di Milano al grande artista nel primo centenario della scomparsa; la mostra “Vietato non toccare” che fino a settembre al MUBA racconterà ad adulti e bambini di tutte le età il genio di Munari, artista “padre” di quel design di cui Milano è capitale internazionale.

Condividi questo articolo