"/>
giovedì 22 giugno 2017 20:25:09
omnimilano

COMUNE, DEL CORNO: “BASTA DEROGHE PER INTITOLAZIONE VIE E PARITÀ DI GENERE”

17 marzo 2017 Politica

Basta deroghe alla legge che prevede che passino 10 anni dalla morte per l’intitolazione di una via o di una piazza. È una delle indicazioni che l’assessore Filippo Del Corno ha proposto oggi in commissione Cultura a Palazzo Marino dove ha esposto le linee guida che caratterizzeranno il suo mandato. Per Del Corno bisogna che venga meno l’idea che “l’intitolazione di una via o di una piazza segue il principio di chi urla più forte” perché si tratta di “una scelta politica che la giunta compie sulla base dell’indicazione dell’assessore alla Cultura che ne ha le deleghe”. Da questo punto di vista, dunque, Del Corno chiede il “rispetto della legge” 1188 del 1927 che all’articolo 2 prevede che “nessuna strada o piazza pubblica può essere denominata a persone che non siano decedute da almeno dieci anni”. Tra le indicazioni illustrate da Del Corno anche quella di applicare per quanto possibile il principio della parità di genere nelle intitolazioni: “nello scorso mandato – spiega l’assessore – ero riuscito a portare le intitolazioni alle donne a un terzo del totale. L’impegno per questi cinque anni è di arrivare a una percentuale del 50%”. Infine, Del Corno chiede di “non dar seguito alle richieste di intitolazione che comportino il cambio di via in luoghi già abitati, soprattutto dove ci sono già i numeri civici” per evitare “di creare disagio ai cittadini”. Questi i tre criteri entro i quali si muoverà l’azione dell’assessorato da questo punto di vista. Del Corno si è detto d’accordo con la proposta della presidente della commissione Paola Bocci di costituire un organismo anche interno alla commissione che svolga una funzione di controllo e indirizzo. “Aspetto che la commissione si muova in tal senso”, ha detto l’assessore che intanto comunicherà “alla giunta con un’informativa queste linee di mandato”.

Condividi questo articolo