"/>
sabato 21 ottobre 2017 05:22:39
omnimilano

Comune, al via riorganizzazione della macchina amministrativa. 300 assunzioni di ‘giovani digitali’ entro giugno

21 ottobre 2016 Politica

Cambia la meta’ dei dirigenti del Comune: il 50 per cento cambia di ruolo o viene sostituito con nuovo personale. E’ un esito della riorganizzazione della macchina comunale, decisa dalla giunta e presentata nel pomeriggio a palazzo Marino dal sindaco Giuseppe Sala e dal direttore generale Arabella Caporello. “Il 40 per cento dei dirigenti subapicali – ha spiegato Caporello – hanno ruotato la loro posizione. Dei dirigenti il 50 per cento resta dov’e’ mentre il 50 per cento ruota o viene cercato sul mercato attraverso bandi o concorsi”. Con la riorganizzazione della macchina del Comune varata oggi, viene riformata l’attuale struttura articolata in 18 direzioni. La riorganizzazione “ha poco di rivoluzionario, ma non e’ necessario fare grandi rivoluzioni”, ha detto Sala. Tre le indicazioni del sindaco, ha spiegato lo stesso primo cittadino, al direttore generale Arabella Caporello per la riorganizzazione degli uffici. “Innanzitutto una coerenza con le esigenze dei cittadini e la volonta’ politica. Se diciamo che le periferie sono la priorita’, lo si deve vedere anche nell’organizzazione”. Poi “non ci devono essere troppi livelli di mezzo fra il dg e i direttori di settore. La maggior parte dei dirigenti sono confermati e godono della nostra fiducia ma sul lavoro fare nuove esperienze e’ fondamentale. Fare restare una persona sempre sullo stesso lavoro non va bene, non e’ un investimento sulla persona”. Infine una riorganizzazione che e’ “via per ringiovanire, per quanto possibile. Si puo’ fare carriera nell’amministrazione comunale ma sul mercato si devono cercare persone di valore, perche’ lavorare al Comune di Milano puo’ essere appetibile”. Cosi’ “sono state fatte delle scelte, ma per me la struttura politica e quella tecnica lavorano entrambi per la soddisfazione dei cittadini”.  Tra le iniziative annunciate, inoltre, il Comune di Milano “si apre ai giovani con competenze specifiche” da assumere nella struttura amministrativa. “Noi puntiamo ad avere al massimo entro giugno – ha spiegato Sala – 300 persone nuove in Comune, in parte con bandi gia’ avviati e in parte da avviare: 300 giovani per avere nuove forze in particolare sugli elementi di debolezza della macchina, come il settore digitale. L’eta’ media dei dipendenti del Comune e’ alta e non bisogna perdere un’occasione”. Per Caporello “il segnale che diamo e’ che stiamo lavorando per ringiovanire. Ci apriamo ai giovani con competenze specifiche”.

Condividi questo articolo