"/>
sabato 21 ottobre 2017 19:43:04
omnimilano

COMUNE, 70 MLN AVANZO AMMINISTRAZIONE PER “TAGLIARE” DIVIDENDI:IN GIUNTA GIOVEDÌ

17 marzo 2016 Politica

Settanta milioni di avanzo di amministrazione sul 2015, da utilizzare per ridurre le richieste di dividendi straordinari alle partecipate quest’anno: 102 milioni registrati nel bilancio di previsione 2016 Saranno formalizzati nella delibera di rendiconto, il bilancio consuntivo 2015 che il vicesindaco e assessore alla partita Francesca Balzani portera’ in giunta fra una settimana, giovedi’. Balzani lo ha annunciato nella seduta della commissione Bilancio a palazzo Marino, convocata sulla presentazione del bilancio 2016-2018. Il contributo delle partecipate “e’ importante perche’ quando si fa un bilancio di previsione in una situazione di incertezza normativa possiamo mettere in gioco un elemento di equilibrio. Si puo’ fare un bilancio pure in una condizione di incertezza, e poi correggere questo elemento. Lo abbiamo fatto anche gli anni scorsi, trovando la quadratura in assestamento senza ricorrere ai dividendi straordinari. Lo facciamo anche quest’anno”. Seguendo l’impegno indicato nella delibera della manovra di previsione 2016, ovvero quello di ridurre il ricorso alle cedole straordinarie a fronte di maggiori risorse, per Balzani i 102 milioni di entrate straordinarie messe a bilancio per quest’anno potranno essere “dimezzati” grazie all’avanzo di amministrazione del 2015: dei 70 milioni, tolti 7 milioni da destinare a un riequilibrio sulla Tari, tutti i restanti potranno essere destinati ad alleggerire il peso delle richieste alle partecipate, che nelle previsioni presentate a dicembre, fra dividendi ordinari e straordinari, ammontano complessivamente a 160 milioni: 97,5 milioni da Sea, 26 milioni da A2a, 35,5 milioni da Atm, un milione da Mm. Tocchera’ al consiglio comunale decidere come destinare le risorse: da vedere, se a farlo sara’ quello in carica oggi o sotto la prossima amministrazione. L’aula di palazzo Marino, se le elezioni comunali saranno il 12 giugno, concludera’ la sua attivita’ ordinaria attorno alla fine di aprile: si calcola che manchino 8-10 sedute.

Condividi questo articolo