"/>
giovedì 23 novembre 2017 06:28:01
omnimilano

Comunali, Sala “vede” sfida con Sallusti
“Balzani? Con i salotti”

3 gennaio 2016 focus

Se vincesse le primarie, Giuseppe Sala pensa che il centrodestra, fra Paolo Del Debbio e Alessandro Sallusti, sceglierà come suo candidato sindaco “Sallusti. E io lo batto”. Il commissario unico di Expo e candidato alle primarie del centrosinistra lo ha detto stamani intervistato da Maria Latella su Sky Tg24. In venti minuti di intervista, Sala ha indicato nel direttore de “il Giornale” il suo più probabile avversario per l’elezione a sindaco, dopo il voto delle primarie, ma per indicarlo “credo che il centrodestra aspetterà l’8 febbraio. Sono convinto – ha detto Sala – che se vincerò io le primarie probabilmente metteranno più un candidato di bandiera. Io posso essere l’avversario un po’ più ostico per il centrodestra”. Come suo futuro vicesindaco invece “credo che sia corretto immaginare che sia una donna” ma al momento “nessuno mi sta venendo a perorare qualche interesse o a chiedere posti. Sanno che non si può fare con me”, e comunque “sono discorsi ancora molto da venire”. Sull’attuale vicesindaco Francesca Balzani e sull’appello in suo sostegno firmato da 130 personalità Sala ricorre a “una battuta di quel furbacchione dell’altro competitore che è Majorino, che dice ‘Ne’ con Sala ne’ con i salotti’. E’ un po’ quello. Sono un po’ i salotti” a sostenere Balzani, perché “probabilmente non sono super apprezzato da questo mondo. Io rispetto tutti e tutti possono dare un contributo. Trovo naturale che siano vicini alla Balzani. Io punto sulla gente, la gente che ha riconosciuto all’Expo il successo che è stato, che ha riconosciuto la mia capacità di saper fare”. Ribadendo di essere “senz’altro” di sinistra e “di una sinistra progressista, su questo non c’è dubbio”, il commissario Expo ha chiarito che su questo tema “l’esame del sangue non me lo faccio fare più. Lo deciderà la gente. E poi ci sono i programmi”. Riguardo a questi ultimi, Sala ha spiegato che voterebbe con il Movimento 5 Stelle sulle unioni gay, mentre “non sono d’accordo in questo momento sull’allargamento di area C”, proposto appunto da Francesca Balzani. In tema di provvedimenti anti smog infatti “io punterei sulle metropolitane”, ha confermato e “convincerei il sistema bancario a finanziare investimenti nel rinnovamento delle caldaie”. Come intervento durevole per la città di Milano “credo che si debba innanzitutto insistere sul tema della mobilità e dell’ambiente. E’ qualcosa che i milanesi vogliono e va ragionata in ottica di città metropolitana. Questo è il primo punto”, poi “vorrei lavorare sul tema di un’amministrazione efficiente, all’avanguardia, a una profonda riforma dell’amministrazione pubblica milanese”. Ancora “un tema importante è l’accoglienza e l’abitare”, e per le donne milanesi “cercherei di lavorare per la gestione dei tempi per le donne che lavorano, quindi scuole aperte più a lungo possibile e servizi più accessibili”.

Condividi questo articolo