"/>
giovedì 23 novembre 2017 06:30:46
omnimilano

COMUNALI, PISAPIA A RIZZO: IO HO SEMPRE LAVORATO PER L’UNITA’, MAI PER DIVIDERE

13 aprile 2016 Politica

“Basilio Rizzo forse ha la coda di paglia. Prima di formulare giudizi e usare toni sbagliati e offensivi, sarebbe stato saggio ascoltare o, quanto meno, informarsi su quanto da me detto nel corso della presentazione del libro di Sergio Staino. Nel mio discorso di ieri non ho mai citato Basilio Rizzo ma ho espresso una considerazione addirittura ovvia: la sinistra vince e governa quando è unita e io ho sempre lavorato per l’unità della coalizione”.
Lo afferma il Sindaco Giuliano Pisapia rispondendo alle dichiarazioni di Basilio Rizzo.
“Nel corso della presentazione del libro di Sergio Stino ho citato un caso, quello della Liguria, e altri avrei potuto citarne, dove la sinistra divisa ha consegnato la vittoria al centrodestra. Da parte mia ho sempre lavorato in un’ottica unitaria della sinistra e del centrosinistra. L’ho fatto da candidato, da sindaco e continuo oggi a farlo per il futuro di Milano. La definizione di ‘spauracchio truffaldino’ è quindi inaccettabile, oltre che offensiva, anche perché so benissimo che nelle regioni c’è un sistema elettorale diverso dai comuni”.
“La verità è che Rizzo si è autoescluso dalle primarie annunciando che non avrebbe partecipato al voto prima addirittura che fossero indette. Una scelta diversa gli avrebbe magari permesso di incidere sulla scelta del candidato sindaco della coalizione. Per questo non può certo parlare di continuità con quanto fatto da me e dalla mia giunta in questi anni perché l’indirizzo che abbiamo dato è sempre stato quello della condivisione e non quello della divisione”.
“Purtroppo in questi anni ho dovuto constatare che il presidente del Consiglio Comunale ha scelto nelle dichiarazioni pubbliche di attaccare molto più spesso il Sindaco e la Giunta piuttosto che il centrodestra. Mi fa piacere, in ogni caso, leggere che sembra intenzionato a sostenere al ballottaggio il candidato di centrosinistra. Un fatto positivo perché anche Rizzo dovrebbe condividere l’obiettivo comune di evitare il ritorno di un passato già bocciato dai milanesi cinque anni fa”.

Condividi questo articolo