"/>
sabato 18 novembre 2017 22:26:28
omnimilano

Comitati milanesi a candidati sindaco: “Confronto virtuoso, prevalga nei fatti bene città”

15 giugno 2016 comunali, Politica

“Non sappiamo il nome del Sindaco di Milano, ma i due candidati in ballottaggio saranno comunque a capo delle due maggiori forze politiche, di maggioranza o di minoranza. A entrambi chiediamo che possano ritrovarsi, senza fare confusione, sul costruire risposte concrete nel principale interesse di tutti quelli che in questa Città, e in tutta la città metropolitana, lavorano, studiano, vivono. Sul tema del rilancio delle periferie, ora sempre al centro dell’attenzione, la Città si aspetta risposte concrete”. Lo afferma in una nota il presidente del Coordinamento Comitati Milanesi, Salvatore Crapanzano. Bisogna “costruire la Città Metropolitana, dando risposte coordinate, d’intesa con la Regione, ai problemi più urgenti (revisione tariffe dei trasporti, miglioramento della qualità dell’aria, ecc). Costruire i Municipi, affidando compiti precisi e chiedendo risultati concreti in tempi ragionevoli”, chiede Crapanzano: “Il fatto che le principali forze politiche siano in maggioranza in alcuni municipi e in minoranza negli altri, deve servire per realizzare un confronto virtuoso tra due diversi modi di governare, non una serie di crescenti lagnanze che, continuando la campagna elettorale, allontaneranno ancora di più i Cittadini dalla politica. E’ necessario attribuire al più presto ad ogni Municipio risorse adeguate, senza favoritismi, in proporzione diretta al numero degli abitanti. Poi arrivare a premiare con risorse aggiuntive solo chi raggiunge gli obiettivi impiegando meglio le risorse ricevute. Per esperienza siamo convinti che gran parte dei risultati dipenderà dal coinvolgimento e dalla collaborazione degli abitanti sui progetti più urgenti, a maggior ragione se il confronto tra diverse posizioni politiche sarà sul dare soluzione (pur parziale, ma concreta) a molti problemi oggettivi. La Città deve funzionare sempre meglio: affrontando il degrado collaborando con le Forze dell’ordine, in particolare con i Vigili di Quartiere; e dando risposte ai problemi quotidiani di tutti, in particolare dei cittadini più in difficoltà. Chiediamo che, senza confusione, prevalga comunque, nei fatti, il bene della Città”.

Condividi questo articolo