"/>
domenica 20 agosto 2017 17:34:34
omnimilano

Cleaning day, due giorni con le scuole e non solo per prendersi cura del “bene comune”

29 febbraio 2016 Cronaca, Politica

Liberarsi dalle tag in modo strutturale e imparare a prendersi cura della propria cittá partendo dalla scuola, il luogo dove crescono i cittadini e la classe dirigente della Milano futura. Sono gli obiettivi principali, ma non i soli, dei ‘cleaning days’ delle scuole, iniziativa indetta per il 2 e il 3 aprile dal Comune di Milano che in questo modo si fa “regista di una azione corale della cittá”.
Presentato a Palazzo Marino stamani dall’assessore ai lavori pubblici Carmela Rozza, l’appuntamento apre oggi stesso la raccolta delle adesioni: “tutti possono partecipare, non solo gli studenti, qualsiasi cittadino singolo o in associazioni” ha spiegato Rozza. Se giá c’è chi come impresa privata pensa a fornire il materiale per la pulizia, forte è stato ribadito l’appello ad aderire anche alle aziende che vogliono prendersi cura della città al fianco delle nuove generazioni.
Chi vuole proporre una scuola da pulire, o semplicemente dirsi disponibile ad un pomeriggio di “olio di gomito” può scrivere a cleaningday@comune.milano.it fino al 10 marzo con una foto di quanto deve essere ripulito e le infomaziomi base. Le strutture “candidate” verranno poi valutate dai tecnici del Nuir che, con un sopralluogo, individueranno la fattibilitá e gli estremi pratici dell’intervento. Il tutto per arrivare preparati ai cleaning day, per la prima volta dedicati alle scuole. Ricordando infatti la giornata del 3 maggio 2015, quando i milanesi erano scesi in strada a pulire la città al grido orgoglioso di “nessuno tocchi Milano”, dopo gli episodi del primo maggio, Rozza ha spiegato che “partendo dalle e con le scuole si vuole trasformare l’esperienza nata con una ondata emotiva, in una iniziativa strutturale di partecipazione attiva. È ora che i milanesi si prendano cura del bene comune, ogni giorno, pulendo ma anche lasciando pulito ciò che viene sistemato”.

Condividi questo articolo