"/>
mercoledì 18 ottobre 2017 15:23:46
omnimilano

Città Metropolitana, termina dopo 5 giorni l’occupazione dei lavoratori precari. “Su contratti Sala ci ha rassicurati”

3 ottobre 2017 Cronaca, Politica

Finisce dopo cinque giorni l’occupazione della sala del Consiglio metropolitano da parte dei 33 precari il cui contratto è scaduto lo scorso 30 settembre e che sono in attesa di rinnovo. Oggi le loro rappresentanze sindacali hanno incontrato il sindaco Giuseppe Sala. “Abbiamo avuto – ha spiegato Francesca Gobbato, una delle lavoratrici che da venerdì occupa la sala di Palazzo Isimbardi – una prima rassicurazione da parte del sindaco che si è esposto in prima persona. Entro venerdì, per i tempi tecnici, gli uffici provvederanno a verificare l’effettiva quadratura del bilancio e lunedì riprenderemo il servizio, in attesa dell’approvazione definitiva e ufficiale che avverrà a ottobre. Noi quindi avremo un’ulteriore proroga che ci porterà alla fine dell’anno, nel 2018 speriamo in una stabilizzazione”. Dopo l’incontro con Sala “riteniamo di dare fiducia al sindaco e sciogliamo il nostro presidio, ma rimaniamo vigili in attesa di venerdì, speriamo di avere notizie. Ci preoccupa il futuro però è la prima volta che un sindaco ha parlato davanti a noi di stabilizzazione. Abbiamo per la prima volta una prospettava, il 2018 è un anno importante”. Le fa eco la sua collega Raffaella Correnti:”al momento non ci sono le risorse per il 2018, ma, considerato che il decreto Madia prevede stabilizzazione dei precari storici e noi lo siamo tutti, se veramente si potrà lavorare sulla legge Delrio sicuramente noi potremo essere stabilizzati”. Quella che si chiude oggi è la quarta occupazione in due anni:”crediamo che sia servita”, spiega Correnti visto che “per la mancanza di risorse e di personale noi negli anni abbiamo iniziato a ricoprire funzioni fondamentali e non esistono altri dipendenti che come noi possono svolgere queste funzioni (funzione ambientale o manutenzione strade). Stabilizzare penso che sia l’unica strategia possibile per un ente che vuole funzionare”, ha concluso.
Al termine dell’incontro con i lavoratori, Sala è invece tornato sull’incontro dei sindaci delle Città Metropolitane, ieri a Roma con il premier Paolo Gentiloni, annuniciando che chiederà di far parte del tavolo di lavoro che verrà formato. “Siamo usciti dall’incontro a Roma con tre affermazioni di Gentiloni: La prima è l’istituzione di un tavolo ad hoc per le città metropolitane e io chiederò di farne parte vista la delicatezza della situazione di Milano, al di là del nostro responsabile che è Nardella. In secondo luogo una conferma che sugli investimenti come quelli per le periferie i soldi ci sono e la terza è che questo tavolo affronterà con immediatezza le nostre richieste per mettere in salvaguardia il bilancio 2018”.

 

Condividi questo articolo