"/>
mercoledì 16 agosto 2017 19:14:34
omnimilano

Città metropolitana, precari in presidio: catene e striscioni per proroga contratti

29 marzo 2016 Politica

Striscioni dalla terrazza e catene ai polsi, per ottenere un’altra proroga del contratto come lavoratori precari della Cittá Metropolitana, a partire da venerdì perché quella ottenuta tre mesi fa scade il 31 marzo. É in corso dalle 13 davanti a Palazzo Isimbardi il “presidio h24” organizzato dal Coordinamento Dipendenti Precari Città Metropolitana di Milano. L’intenzione è mantenere il presidio fino alla riunione di domattina in cui verrá decisa la loro sorte. I lavoratori precari coinvolti sono 41, il prolungamento di tre mesi del contratto, una conquista ottenuta a fine 2015 con una protesta sui toni di quella in corso, li aveva fatti sperare in “impegni concreti per un futuro percorso di stabilizzazione che invece non é stato intrapreso”. Oggi il presidio è una richiesta di “mettersi le mani sulla coscienza” rivolta a quegli amministratori, consiglieri e direttori tecnici che domani “a tavolino” decideranno il loro futuro. L’unica possibilitá secondo il coordinamento, è quella di una nuova proroga, “ma se ci fosse una terza via per non rimanere a casa noi siamo aperti al dialogo”. Oltre a sottolineare l’urgenza della propria situazione lavorativa, oggi i manifestanti hanno voluto anche sottoporre all’attenzione dell’amministrazione la situazione drammatica della Cittá Metropolitana, “ente che nasce morente. Speriamo che la terza via non sia il fallimento di tutto”.

Condividi questo articolo