"/>
sabato 22 luglio 2017 20:53:45
omnimilano

Dodici milioni del governo per la città metropolitana, Sala: “Atto di generosità dagli altri sindaci”

12 luglio 2017 Politica

“Dopo l’incontro con i vertici” delle città metropolitane, la scorsa settimana, “i primi dodici milioni che il governo aveva messo a disposizione dovrebbero arrivare quasi integralmente a Milano”, ha detto il sindaco Giuseppe Sala, poco prima di partecipare al Consiglio Metropolitano a Palazzo Isimbardi. Su questo “sono d’accordo anche altre le città metropolitane” – tra cui tre siciliane Catania, Messina e Palermo, che pur non avendo approvato il bilancio come Milano hanno deciso di destinare i dodici milioni proprio al capoluogo lombardo – “questo è un atto molto importante di generosità”. “Rispetto a qualche settimane fa abbiamo fatto un salto in avanti notevole”, ha aggiunto il sindaco che, nella sua relazione al Consiglio metropolitano, ha spiegato che dei nuovi 100milioni stanziati dal Governo circa 27milioni potrebbero essere destinati alle Città Metropolitane.
La revisione dei conti ha messo in evidenza un disavanzo di circa 40milioni per il 2017, “se le regole non cambiano rischiamo di partire di nuovo penalizzati”, ha commentato Sala davanti ai consiglieri di Palazzo Isimbardi.
Al termine del vertice della settimana scorsa i primi cittadini metropolitani avevano chiesto con urgenza un incontro con il Governo e con il premier Paolo Gentiloni. Incontro a cui il presidente del Consiglio si è detto disponibile ma “ancora non sappiamo quando ci riceverà”, ha commentato Sala a margine.
“Sono solo problemi di agenda e credo sia giusto per tutti, anche per Gentiloni, sentire il parere dei sindaci metropolitani, che hanno una rappresentatività di persone conosciute e stimate”. Durante la seduta del Consiglio metropolitano Sala ha inviato un “caldo invito a usare questa ultima parte di legislatura per fare un ulteriore passo avanti. Sarebbe sbagliato non fare un passo avanti rispetto alla riforma Delrio, nella definizione dei ruoli di quello che deve essere la città metropolitana”.

Condividi questo articolo