"/>
sabato 22 luglio 2017 21:04:12
omnimilano

CINQUE TRUFFE AD ANZIANI IN POCHE ORE, TRE FALLITE

24 febbraio 2017 Cronaca

Due truffe riuscite e altre tre rimaste tentate, sempre ai danni di anziani residenti a Milano, sono state segnalate oggi alla Polizia. La prima truffa riuscita è avvenuta alle 10 in via Tobruk, ai danni di una 88enne italiana. L’anziana è stata contattata telefonicamente da un finto avvocato che le ha chiesto 3.800 euro con la scusa di dover dare assistenza legale al figlio della donna che aveva causato un incidente automobilistico. Il truffatore ha detto alla donna di chiamare il figlio per chiedere conferma, poi non ha riattaccato e si è finto lui stesso il figlio della vittima camuffando la voce. La donna ha creduto a quanto raccontato e ha consegnato i gioielli che aveva in casa ad un uomo che è andato a prenderli presso la sua abitazione dopo circa mezzora. La seconda truffa riuscita è avvenuta alle 14.30, ai danni di una 74enne italiana residente in via Sarca. La donna è stata contattata telefonicamente da un’altra donna che si è detta avvocato del nipote e le ha raccontato che il giovane aveva avuto un incidente chiedendo del denaro. La vittima preoccupata è andata apposta a prelevare consegnando il denaro a un uomo che è andato a casa sua a prenderlo, lo ha descritto come giovane e ben vestito. L’anziana non ricorda la cifra consegnata al truffatore.
I tre tentativi di truffa sono tutti e tre telefonici e si sono verificati in mattinata. Alle 9.40 una 84enne residente in via Gavirate ha ricevuto la telefonata di una donna che si è finta sua figlia e le ha chiesto dei contanti parlando di “difficoltà economiche”. Non riconoscendo la voce la vittima si è insospettita e ha riattaccato. Con una dinamica identica alle 10.15 si è verificata una tentata truffa ai danni di un 78enne italiano residente in via Washington che ha interrotto la chiamata e ha allertato la Polizia. Il terzo tentativo di truffa è ai danni di una 78enne residente in via Cilea: alle 12 è stata raggiunta da una telefonata con cui un uomo le chiedeva del denaro fingendosi il figlio e dicendo che ne aveva bisogno per sbrigare una pratica urgente in banca. La vittima si è insospettita e ha riattaccato avvisando le forze dell’ordine.

Condividi questo articolo