"/>
martedì 27 giugno 2017 05:39:01
omnimilano

Cimitero maggiore, saluti romani al Campo X. Prefettura: protagonisti saranno denunciati

30 aprile 2017 Cronaca, Politica

“Coloro che al Campo 10 di Milano si sono esibiti nel saluto romano saranno denunciati all’Autorità Giudiziaria”. E’ quanto comunica la Prefettura in merito al blitz di estrema destra organizzato ieri in occasione della la commemorazione dei Caduti della Repubblica Sociale Italiana sepolti a Campo X al Cimitero. Blitz organizzato congiuntamente da Lealtà Azione-FederAzione e CasaPound Italia e al quale hanno partecipato centinaia di militanti delle due associazioni. La prefettura precisa: “Le forze di polizia hanno già accertato che non erano presenti stendardi e vessilli. Per coloro che hanno effettuato il saluto romano, una volta identificati, si procederà alla denuncia all’Autorità Giudiziaria”.

“A seguito delle inutili ed ignobili polemiche sollevate dall’ANPI e dal Sindaco nei giorni precedenti al 25 aprile in merito alla commemorazione che, annualmente, si svolge a Campo X per ricordare gli oltre mille Caduti della RSI abbiamo deciso di ricordarli in un’altra data simbolo per le nostre Comunità – si legge nel post pubblicato ieri su facebook dalle associazioni – Abbiamo così scelto il 29 aprile, anniversario della morte di Carlo Borsani – sepolto al Campo X – , dell’ignobile massacro di piazzale Loreto e degli efferati assassinii avvenuti negli anni ’70, per mano dell’antifascismo militante. La decisione – continuano LA e Cpi – è frutto del rispetto per i nostri Caduti che meritano di essere ricordati nel modo migliore e non secondo prescrizioni dettate da Istituzioni ostaggio dei soliti fomentatori d’odio. I nostri movimenti non hanno voluto prestarsi al circo mediatico che lasciamo volentieri a chi dei morti non ha il minimo rispetto. Abbiamo onorato e continueremo ad onorare e ricordare i nostri Caduti, a prescindere dai vergognosi e infami divieti che i soliti noti vorrebbero vedere imposti”.

A seguito dell’episodio avvenuto ieri presso il campo 10 la questura ha riferito che le indagini sono state avviate appena avuta notizia di quanto fosse in corso e conferma che si è trattato di una manifestazione clandestina. Si procederà all’identificazione e alla denuncia delle persone che hanno fatto il saluto romano.
Martedì mattina il Questore Marcello Cardona ha giá comunicato che verrà consegnato un report delle attività effettuate in merito a quanto avvenuto, nelle mani del procuratore aggiunto Alberto Nobili.

Condividi questo articolo