"/>
sabato 24 giugno 2017 09:12:25
omnimilano

Chiodi e puntine per ‘boicottare’ la corsa delle mountain bike, polemiche al Montestella

13 marzo 2017 Cronaca, Sport

Domenica con polemiche alla montagnetta di San Siro dove si sono corsi gli Internazionali d’Italia series. Secondo quanto reso noto dagli stessi atleti in gara, la corsa e’ stata boicottata con delle puntine disposte lungo il tracciato di gara. A farne le spese, tra gli altri, il campione Marco Aurelio Fontana che ha forato e postato su Facebook una foto della puntina che lo ha costretto a fermare la sua corsa con il testo “This is the reason why…today didn’t went like it should”. Il post è stato condiviso dall’assessore Pierfrancesco Maran: “Nel week end – spiega l’assessore al Verde – si è svolta una gara internazionale di mountain bike al Monte Stella. Molti cittadini, legittimamente, hanno espresso dissenso al fatto che lì si svolgesse una gara. Altrettanto legittimamente, valutato il dissenso, abbiamo comunque deciso di autorizzare lo svolgimento della gara e condiviso l’obiettivo di consentire a questi sport di essere svolti anche in città. Qualcuno é andato oltre il dissenso e ha buttato lungo il percorso dei chiodi, molti rimossi prima della gara, alcuni purtroppo no.
Il risultato è stato che anche il campione Fontana, medagliato alle olimpiadi di Londra, non ha potuto portare a termine la gara”. Anche il presidente di zona 8, Simone Zambelli, ha commentato l’accaduto postando le foto dei chiodi e delle puntine lasciate sul tracciato: “Queste foto – scrive Zambelli – mi sono state inviate dai nostri tecnici del verde. Il Parco Montestella è stato cosparso di chiodi e puntine lungo il percorso della gara dei bikers. Sarà mia premura provvedere a fare a nome del Municipio 8 denuncia contro ignoti, un gesto barbaro e incivile indegno per una città come Milano”.  “Condanniamo fermamente quanto accaduto ieri al parco Monte Stella, in occasione della seconda tappa degli Internazionali d’Italia Series di mountain bike. Si è trattato di comportamenti di singoli caratterizzati da uno spirito fortemente antisportivo e da una intollerabile inciviltà che la nostra città non merita”, ha detto l’assessore al Turismo, Sport e Qualità della vita, Roberta Guaineri, ha commentato i gravi tentativi di boicottaggio della gara di mountain bike tenutasi ieri alla ‘Montagnetta’ di San Siro.
“Abbiamo fatto il possibile – ha aggiunto l’assessore – per garantire il corretto e sereno disputarsi della gara. Atti di singole persone non sono imputabili all’Amministrazione pubblica, che si è impegnata per promuovere questa competizione in un clima di correttezza e per garantire le concrete condizioni perché Milano possa essere teatro di grandi manifestazioni sportive. Purtroppo, l’illegalità messa in atto da pochi rischia di compromettere l’immagine di un’intera città e ci dispiace che questi cittadini non si rendano conto del grave danno che procurano a Milano”.
A fine giornata Fontana ha nuovamente commentato l’accaduto su Facebook: “Tempo di tornare a casa .Anche se qualche babbo (come si dice in provincia) ha cercato di renderla brutta io dico cmq Milano te vori ben”.

Condividi questo articolo