"/>
giovedì 22 giugno 2017 20:22:37
omnimilano

Casa Italia, Gentiloni lancia progetto per messa in sicurezza territorio: 10 cantieri sperimentali

8 aprile 2017 Omniparlamento, Politica

Saranno dieci i cantieri sperimentali che apriranno nel 2017 nell’ambito del progetto Casa Italia, il piano a lungo termine per la prevenzione e messa in sicurezza del territorio lanciato dall’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi dopo il terremoto del Centro Italia. Saranno aperti a Catania, Feltre (Belluno), Foligno (Perugia), Gorizia, Isernia, Piedimonte Matese (Caserta), Potenza, Reggio Calabria, Sora (Frosinone), e Sulmona (L’Aquila). È quanto è stato annunciato oggi dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, dal senatore a vita Renzo Piano e dal Project manager del progetto Giovanni Azzone durante la conferenza stampa convocata al museo della scienza e della tecnologia. Si tratta – ha spiegato Azzone – di “dieci luoghi in cui sperimentare, luoghi in cui rendere più sicuri alcuni edifici senza toccare la vivibilità”. Per questo “sono state identificate dieci città campione che sono emblematiche di diverse tipologie di intervento. Rappresentano una sperimentazione estendibile a tutto il Paese”.

GENTILONI: “25 MLN PER CANTIERI SPERIMENTALI” – “Mi auguro che questi prototipi ci diano i mezzi per un piano più generale. Abbiamo intanto investito 25 milioni” su di essi. Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni durante la conferenza stampa sul progetto ‘Casa Italia’ che si è tenuta al museo della Scienza e della https://eteh.com.ua Tecnologia, riferendosi ai dieci cantieri sperimentali scelti per avviare il progetto. Gli fa eco il project manager Giovanni Azzone che sottolinea che “abbiamo stimato una spesa di 2,5 milioni per cantiere per un totale di 25 milioni”. Si avvierà una fase di contatto con le amministrazioni – ha proseguito Azzone – dei dieci comuni scelti per verificare qual è l’edificio adeguato. E nel caso non se ne dovesse trovare uno, è già pronta una rosa di comuni di riserva. Le scelte dei luoghi sono state fatte sulla base di un algoritmo, ma potrebbero cambiare.

Condividi questo articolo