"/>
giovedì 17 agosto 2017 07:39:16
omnimilano

CARTELLE CLINICHE DI “NOMI ECCELLENTI” IN DISCARICA ABUSIVA, TRE DENUNCIATI

17 febbraio 2016 Cronaca

Trasportavano irregolarmente i rifiuti di un importante studio medico milanese, comprese le cartelle cliniche di “nomi eccellenti della politica e dello spettacolo”: così tre stranieri sono stati bloccati dalla Polizia Locale di Opera, a Mirasole mentre percorrevano con un camion una strada di campagna già interessata dagli scarichi abusivi. È accaduto nel tardo pomeriggio di domenica, nel giorno di San Valentino, e il Comune di Opera lo rende noto oggi. Un camion carico di rifiuti è stato fermato da una pattuglia della Polizia operese mentre transitava sulla strada tra Mirasole e Fizzonasco con a bordo tre persone di nazionalità rumena di cui due pregiudicati per reati contro il patrimonio e resistenza a pubblico ufficiale. I due pregiudicati, M.V. di 27 anni e K.R. di 32 trasportavano oltre 1500 cartelle sanitarie, migliaia di calchi dentali e poi rifiuti di ogni genere: da vecchi computer a sedie, sgabelli e persino lavandini, bidet e la rete di un letto matrimoniale. Il veicolo utilizzato era quello di una ditta di traslochi presso cui presta servizio uno dei tre rumeni mentre lo sgombero, illecito, era stato preso dall’altro rumeno pregiudicato e di professione custode di un immobile di prestigio in corso Venezia, dove un importante studio medico gli aveva affidato il lavoro. I due, accompagnati da una giovane rumena, non possedevano alcuna autorizzazione allo svolgimento delle attività di trasporto dei rifiuti e per loro si prospettano le sanzioni penali previste dalla severa normativa in tema di reati ambientali. Sono in corso ulteriori indagini per accertare la violazione delle norme in materia di privacy per il rinvenimento delle cartelle cliniche tra cui quelle di nomi eccellenti della politica e dello spettacolo. “Noi non abbassiamo la guardia – commenta il sindaco di Opera Ettore Fusco – perché questi reati contro l’ambiente sono odiosi. Così a fronte di leggi sempre meno incisive e mancanza di risorse idonee a contrastare i fenomeni delittuosi noi ci affidiamo alla professionalità del Corpo di Polizia Locale che non manca, attraverso fatti concreti, di dare alla Città quei segni tangibili della sua presenza a garanzia di una sicurezza a trecentosessanta gradi”.

Condividi questo articolo