"/>
sabato 19 agosto 2017 09:21:41
omnimilano

Capodanno, in 70mila con Caparezza in piazza Duomo
Feriti lievi per botti e fuochi d’artificio in città

1 gennaio 2016 Cronaca

Successo per il concerto dell’artista pugliese nel concerto organizzato dal Comune. Dieci le persone negli ospedali con ustioni causate da petardi

Il 2016 è stato accolto da una serata di festa in piazza Duomo, dove si è svolto il grande concerto organizzato dal Comune di Milano con la musica del cantautore Caparezza, anticipato sul grande palco da Bombino e dal Dj set a cura di I Distratti.“Una bellissima piazza Duomo, festosa e serena, ha accolto ieri sera l’arrivo del 2016 – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno -. Siamo felici di aver consolidato una tradizione, quella appunto di riportare il concerto di Capodanno nel cuore della città dove tutti, milanesi e non, convergono naturalmente per condividere grandi emozioni e momenti di felicità. Proprio come è accaduto ieri sera, in occasione di un grande spettacolo dal vivo, con artisti che hanno saputo divertire e stupire grazie a uno show scoppiettante e, al tempo stesso, di grande qualità musicale”.La serata si è svolta, in piazza e in città, senza incidenti e feriti gravi.  “Il meticoloso lavoro di preparazione, svolto insieme alla Prefettura e alle altre Forze dell’Ordine, il grande impegno dei volontari e degli operatori in piazza Duomo, insieme alla collaborazione dei cittadini hanno prodotto il risultato di una serata perfettamente riuscita anche dal punto di vista della sicurezza, senza tuttavia dare l’impressione di una piazza ‘militarizzata’ ma al contrario di un luogo sicuro dove poter condividere serenamente un momento di festa – ha commentato l’assessore alla Sicurezza e coesione sociale Marco Granelli – . Un modello di collaborazione che ha saputo anche dimostrare come Milano e il nostro Paese non si fermino davanti alle minacce del terrorismo e riescano a garantire a tutti, milanesi e turisti, la libertà di divertirsi senza paura nelle sue piazze, in qualunque occasione. Ringrazio i Vigili e tutte le Forze dell’Ordine, i volontari e gli operatori della Protezione Civile, del 118 e delle associazioni e Amsa per aver contribuito a raggiungere questo straordinario risultato”. piazzaDuomo2

Più in generale sono stati pochi e di lieve entità i ferimenti dovuti ai botti di capodanno in città: nessun intervento delle volanti nella nottata di San Silvestro, 10 persone si sono presentate presso gli ospedali cittadini con ustioni causate da petardi o fuochi d’artificio, sette dei quali con prognosi di meno di 10 giorni. La prognosi più lunga, 30 giorni, l’ha ricevuta un milanese 21enne refertato al San Carlo alle 22.40. Del caso se ne sono occupati i carabinieri a cui il giovane ha riferito di essere rimasto ferito al volto in via Quarto Cagnino, mentre armeggiava con fuochi d’artificio. La vittima ha riportato ustioni al volto e ad una mano per cui è stato trasportato in codice giallo in ospedale. Sempre al San Carlo sono stati soccorsi un 22enne ferito ad un occhio con una prognosi di 10 giorni, un 13enne ferito ad una gamba con prognosi di 5 giorni e un 17enne ferito al piede con 10 giorni di prognosi. Al Fatebenefratelli si sono presentate due persone: un uomo di circa 50 anni con una ferita al mento guaribile in una settimana e un 34enne ferito ad un occhio con una prognosi di 3 giorni. Al Niguarda un 57enne ustionato al palmo della mano sinistra ha ricevuto 20 giorni di prognosi, un uj 68enne sempre ferito ad una mano ha ricevuto una prognosi di 10 giorni e un bambino di 9 anni ferito ad un occhio ha riportato una prognosi di 5 giorni. Al San Paolo in nottata un 59enne ferito ad una gamba dopo un intervento di sutura è stato dimesso con 20 giorni di prognosi.

Condividi questo articolo