"/>
giovedì 24 agosto 2017 01:14:31
omnimilano

Candidati sindaco a confronto con sindacati: tra i temi gli orari di lavoro

27 maggio 2016 Politica

Candidati sindaco a confronto con i sindacati, oggi all’Anteo. Cgil Cisl e Uil hanno invitato Beppe Sala, Stefano Parisi, Gianluca Corrado e Basilio Rizzo a confrontarsi sui temi del lavoro, dei trasporti e delle società partecipate. Non invitato, è andata in scena la protesta del candidato radicale Marco Cappato: salito sul palco ha protestato con cartelli prima di “essere scaraventato giu’ dal palco”, denuncia lo stesso Cappato. img_20160527_115937-resized-1280Alla fine i sindacati lo hanno invitato a prendere parte all’incontro. Tra i diversi temi, quello propriamente legato al lavoro e agli orari di apertura delle attività commerciali:  “Io sono favorevole agli allungamenti degli orari delle attivita’ ma quello della citta’ che vive 24 ore su 24 e’ un falso mito: non bisogna farsi travolgere dalla voglia di allungare sempre tutto”, ha detto il candidato sindaco del centrosinistra Giuseppe Sala. “Il tema delle condizioni di vita deve essere al centro della riflessione. Bisogna generare lavoro e ricchezza ma una maggiore attenzione ci vuole. Ad esempio – ha detto – sul tema di allungare gli orari della metropolitana la notte: io al limite anticiperei al mattino per chi va a lavorare”. Per Parisi, candidato del centrodestra,  “tutto quello che genera sviluppo deve essere usato. Fare in modo che la citta’ sia piu’ viva? perche’ no, se l’organizzazione del lavoro e’ corretta. Se c’e’ sfruttamento o eccesso di pracarieta’ non va bene. Ma piu’ la citta’ e’ aperta meglio e'”. Il candidato sindaco di M5s Gianluca Corrado invece indica nella ‘ragionevolezza’ l’approccio piu’ corretto: “Noi non riteniamo che la citta’ si debba spegnere alle sette ma neanche restare aperta 24 ore su 24. Bisogna usare criteri di ragionevolezza”.  Per Corrado “il primo fronte e’ la concertazione” per “aperture ragionevole e senza eccessi. L’apertura oltre la ordinarieta’ non puo’ essere tutta scaricata sui lavoratori, piuttosto deve aumentare i posti di lavoro disponibili”. Più netta la posizione di Basilio Rizzo:  “Il settimo giorno si riposa: e’ un concetto che viene da lontano ma ha valenza fondamentale nella qualita’ del vivere”, ha detto ‘ il candidato sindaco di Milano in Comune. “L’allargamento degli orari del commercio e’ frutto di un’idea che mette al centro non piu’ il cittadino ma il consumatore, noi dobbiamo ribadire la centralita’ del cittadino e del lavoratore”, ha detto Rizzo.

Condividi questo articolo