"/>
domenica 19 novembre 2017 00:11:06
omnimilano

Area C, nuove regole: ticket per auto gpl e metano e stop euro 4 diesel

10 ottobre 2016 Cronaca, Politica

Dal prossimo febbraio le auto Euro 4 diesel non potranno piu’ accedere ad Area C, mentre i veicoli a Gpl e metano, anche bifuel e dualfuel, pagheranno il ticket di accesso. E’ il “primo step” alle modifiche alla mobilita’ nella Cerchia dei Bastioni annunciate dal sindaco Giuseppe Sala con l’assessore Marco Granelli, oggi a palazzo Marino. Tra le novità di Area C, anche la decisione che dal 15 ottobre 2017 i residenti in Area C con Euro 3 diesel non potranno piu’ utilizzare la loro auto. E’ il secondo passaggio delle modifiche alla mobilita’ nella Cerchia dei Bastioni. Dopo il divieto di accesso alle auto Euro 4 diesel dal prossimo febbraio, il “secondo step” e’ fissato fra un anno, quando i residenti con Euro 3 dovranno abbandonare il loro mezzo: fino ad allora, avranno pero’ a disposizione solo 40 accessi, da usare gratuitamente. Il divieto, ha spiegato Granelli, interessera’ circa cento veicoli. Alla stessa data, 15 ottobre 2017, scattera’ il divieto di accesso ad Area C per i diesel euro 4 senza Fap per il trasporto merci. Ultimo “passaggio” per gli stop ai veicoli inquinanti in area C e’ stato quindi fissato per il 15 ottobre 2018, quando il divieto per gli Euro 4 diesel si estendera’ anche ai veicoli dei residenti e delle forze dell’ordine e ai bus turistici, che fino ad allora godranno di una deroga. Oggi sono 3.400 gli ingressi giornalieri in Area C da parte di veicoli Euro 4: 1500 per il trasporto di persone e 1900 per il trasporto merci. Il nuovo pagamento del ticket dal prossimo febbraio invece interessera’ gli 8.300 veicoli Gpl (erano 7900 nel 2012) che mediamente al giorno passano dai varchi e i 3600 veicoli a metano (erano 4150 nel 2012). Raddoppiato invece il numero degli ibridi elettrici, passati in tre anni da 4750 a 9900, mentre i veicoli elettrici che entrano in centro sono 200: questi continuano a essere esentati dal pagamento. Prevista anche la riduzione delle “strisce blu” nelle vie del centro per “recuperare spazio alla mobilita’”. Tra le misure per migliorare la viabilita’, dopo l’apertura dei cantieri della M4, oltre a una riprogettazione degli impianti semaforici, si e’ deciso per una “ridefinizione della sosta di superficie nel centro storico con la riduzione delle strisce blu e un migliore utilizzo dei parcheggi sotterranei, oggi utilizzati solo al 30 per cento”, ha spiegato Granelli, e la “creazione di nuovi stalli per le moto e piu’ spazi per la mobilita’”. Sempre in tema di mobilità e traffico, sara’ operativa per fine anno, “pensiamo per Natale” la nuova mobilita’ di piazza Castello, hanno spiegato Sala e Granelli. L’intervento prevede di riaprire piazza Castello ai veicoli dei residenti, alle moto e ai taxi nel tratto compreso fra via Quintino Sella e via Ricasoli. I capolinea delle linee tranviarie 4 e 19 saranno spostati, saranno rivisti i tempi dei semafori di largo Cairoli, con particolare attenzione all’intersezione con via Cusani, per ridurre le cose in accesso a largo Cairoli da Foro Buonaparte.

Condividi questo articolo