"/>
mercoledì 16 agosto 2017 17:11:49
omnimilano

Brexit, Maroni: “Pronti a sostenere nostre imprese che hanno rapporti con Gran Bretagna”

24 giugno 2016 Economia, Politica

Cinquecento imprese a partecipazione o controllo britannico che valgono 13 miliardi e 50 mila posti di lavoro in Lombardia. Per il 41% la Brexit non avrà effetti sul loro business ma per il 35% sì. La Camera di commercio di Milano ne ha sentite circa 20 tra quelle milanesi il 24 giugno. Che tipo di effetti si aspettano? Se per il 23% non ci sarà alcuna conseguenza, per il 35% ci sarà su parte del business e per il 18% ci saranno costi più elevati, ma anche conseguenze su import e export. Per il 10% arriverà un calo di fatturato. Per il 60% il mercato italiano ed europeo manterranno la stessa rilevanza, ma per il 24% ci sarà un calo di business. Per tutti l’Italia, nel contesto europeo, resta un Paese interessante. Comunque restano ottimisti sull’Unione Europea (65%). Sul tema delle imprese e’ intervenuto anche il presidente della Regione Roberto Maroni:  “Ho chiamato il presidente di Confindustria Lombardia Alberto Ribolla e il presidente del Veneto Luca Zaia per capire che cosa cambia per il Veneto e la Lombardia”, ha detto. “È una valutazione importante da fare perché se c’è bisogno di dare un aiuto e un sostegno alle nostre imprese che hanno rapporti con la Gran Bretagna la Regione è pronta a farlo”.

Condividi questo articolo