"/>
giovedì 21 settembre 2017 07:22:32
omnimilano

BIBLIOTECHE, RIPARTE PROGETTO ‘MAMMA LINGUA’ PER SCAFFALI INFANZIA IN 7 IDIOMI

12 settembre 2017 Cronaca
Riparte, dal 14 settembre, la mostra itinerante Mamma Lingua, che, giunta alla quarta edizione, toccherà fino al 29 marzo 2018 20 biblioteche, 7 milanesi e altre 13 dislocate in diversi comuni limitrofi. Albanese, Arabo, Cinese, Francese, Inglese, Rumeno e Spagnolo sono le sette lingue maggiormente parlate in Lombardia scelte per il progetto, che prevede la realizzazione di scaffali con libri multilingue nelle biblioteche pubbliche. Ideata da Nati per Leggere in Lombardia in collaborazione con Ibby Italia, Mamma Lingua, spiegano i promotori, è stata finanziata nel 2017 da Fondazione Cariplo, dai Comuni di Milano e Melegnano, da Sistemi bibliotecari CSBNO, Fondazione per Leggere Nord Est Milano e gestita da Associazione Italiana Biblioteche, Centro per la salute del bambino, Centro COME della Cooperativa Farsi Prossimo. La mostra itinerante è presente in due variabili: una versione composta da 8 trolley colorati (uno per ogni lingua e uno per “Un ponte di storie”, in cui vengono inseriti i libri e gli albi disponibili) e 10 pannelli esplicativi; una versione composta da 18 pannelli illustrativi (2 per sezione) alla cui base vengono appoggiati i libri. I pannelli illustrano i 127 libri selezionati per il progetto Mamma Lingua. Grazie alla collaborazione con Ibby Italia – Ibby (International Board on Books) for Young people è un’organizzazione internazionale fondata da Jella Lepman nel 1953 per promuovere la lettura e i libri – sono stati selezionati 127 albi e libri per bambini in età prescolare per dotare le biblioteche e tutti i presidi locali NpL (Nati per Leggere) di libri per stare anche con i bambini e con gli adulti che vengono da lontano, che qui possono ritrovare la propria lingua e vedere rappresentata la propria cultura. Infatti, il progetto prevede l’acquisto da parte delle biblioteche di una parte dei libri segnalati da Mamma Lingua. Una selezione che include una ventina di classici per l’infanzia disponibili nella maggior parte delle lingue prese in considerazioni.

Condividi questo articolo