"/>
venerdì 24 novembre 2017 08:45:42
omnimilano

Biblioteche, milanesi più digitali: crescono i prestiti on line. Letture preferite gialli e polizieschi

19 agosto 2016 Cronaca, Cultura

Lettori sempre più digitali nelle biblioteche milanesi e con il gusto per la narrativa poliziesca e di investigazione. Lo indicano le tendenze nei prestiti delle biblioteche civiche rionali e della Sormani, rimaste quasi tutte aperte nel mese di agosto. La predilezione per i libri gialli è confermata dai numeri relativi ai tre giorni a cavallo di Ferragosto, quando il prestito dei libri di genere noir ha toccato il 20% del totale dei 2.500 volumi ritirati. Una quota molto rilevante – spiega palazzo Marino – se si pensa che la percentuale riguarda la totalità dell’offerta libraria delle biblioteche, dalla narrativa, alla saggistica, fino alle guide e ai manuali. In tutto il 2015 i milanesi hanno ritirato 92.758 libri gialli su un totale di un milione di prestiti complessivi. I lettori più assidui dell’estate, che ha visto il settore delle biblioteche confermarsi come un’opportunità di svago per i milanesi rimasti in città, sono i ragazzi (15mila gli iscritti tra i 5 e 16 anni alle biblioteche). Per tutti i circa 95mila iscritti alle biblioteche (80mila nelle rionali e 14mila alla Sormani) emerge una novità che riguarda in particolar modo la biblioteca Centrale: cresce il numero dei lettori che scaricano i testi attraverso la piattaforma “Media Library Online”. Alla Sormani nel solo mese di luglio di quest’anno, il numero dei prestiti online ha raggiunto quota 500, mentre quelli realtivi ai libri cartacei si fermano a circa 4.300. Un aumento significativo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando i prestiti cartacei furono circa 4.800 e quelli digitali poco più di cento. La passione per il download coinvolge sempre più utenti che quotidianamente scaricano anche musica e quotidiani online. piacciono gli e-book reader in prestito. Attualmente i 40 lettori digitali in dotazione alla Sormani sono tutti occupati. Le biblioteche confermano di aver retto all’esodo estivo. In tutto, nel mese di luglio, le rionali hanno registrato circa 53.459 libri e 18.814 audiovisivi in prestito, in leggera flessione rispetto al mese di giugno, quando i prestiti sono stati 63.265 per i libri e 27.862 per gli audiovisivi. Risultati complessivamente in linea con quelli dell’estate del 2015 (57.785 libri e 22.379 audiovisivi prestati a luglio) se si pensa che attualmente ci sono due biblioteche chiuse per lavori di ristrutturazione: Gallaratese e Accursio. Buono il risultato, ancora parziale, di agosto: nei tre giorni a cavallo del 15, ad esempio, sono stati distribuiti 2.500 tra libri e audiovisivi. Lo scorso hanno l’intero mese di agosto aveva registrato il prestito di 35.704 libri e 17.452 audiovisivi.

Condividi questo articolo