"/>
mercoledì 13 dicembre 2017 10:15:11
omnimilano

Autonomia, si insedia il tavolo Milano. Il Governo avvisa: “Impossibile competenza su tutte le materie”

21 novembre 2017 Autonomia, Politica

“Oggi illustriamo le nostre posizioni, il Governo valuterà le richieste penso nel giro di due settimane e ci darà una risposta. A quel punto inizierà la trattativa vera e propria che mi auguro si concluda entro fine dicembre”. Lo ha riferito il presidente della Regione Roberto Maroni incontrando brevemente la stampa prima dell’insediamento del tavolo territoriale di Milano per la trattativa con il governo sull’autonomia. Dopo gli incontri già svolti a Roma e a Bologna, ha aggiunto “qui si discute di istruzione, grandi reti di trasporti, di coordinamento della finanza pubblica e di rapporti internazionali”. “A gennaio invece – ha proseguito il governatore – la trattativa sarà sulle risorse, da chiudere entro la fine di gennaio con un accordo che eviti la contaminazione della campagna elettorale”. A ‘gelare’ però almeno in parte le aspettative lombarde è il sottosegretario agli Affari regionali Giancarlo Bressa secondo il quale è “assolutamente impossibile” che la Lombardia nella trattativa sull’autonomia possa ottenere tutte le 23 materie (le 20 concorrenti e le 3 esclusive) indicate dal governatore Roberto Maroni. “Questo è impossibile da un punto di vista costituzionale così come è impossibile la richiesta che fa il Veneto di trattenere i nove decimi delle tasse – ha spiegato Bressa a margine dell’insediamento del Tavolo territoriale sull’autonomia, a Palazzo Lombardia. “Ci sono delle sentenze della Corte costituzionale che spiegano che non è possibile – ha spiegato – stiamo parlando di un regionalismo differenziato che è su singole materie e competenze: se fosse su tutte sarebbe una Regione a statuto speciale, cosa che non è perché le Regioni a statuto speciale sono definite dalla Costituzione e quelle cinque sono”.

Condividi questo articolo