"/>
mercoledì 15 agosto 2018 06:56:29
omnimilano

Autonomia, Fontana: consegnato a Stefani dossier, si tratta su prime 15 materie

26 luglio 2018 Politica

La prossima settimana in programma un nuovo incontro a Roma tra le due delegazioni

“Un dossier preciso e puntuale nel quale abbiamo individuato le prime 15 materie. Noi possiamo dire di aver svolto i compiti bene e velocemente, così come ci eravamo impegnati a fare. Auspico che entro fine anno la trattativa possa produrre risultati concreti”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, dopo aver consegnato al Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Erika Stefani, il corposo dossier preparato dagli uffici regionali coordinati dall’assessore all’Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli. “È un’analisi dettagliata su un primo, consistente numero di materie – ha proseguito – e sulle relative funzioni. Sono le prime 15, cui seguiranno le altre. Penso che possano essere già valutate non solo dalla struttura del Ministero, ma anche, spero in tempi brevi, da quello dell’Economia e Finanze. Aspettiamo le considerazioni del ministro, cui voglio rivolgere ancora una volta il ringraziamento per la determinazione con cui sta lavorando con il sistema regionale”.

Sostanzialmente la proposta lombarda richiede che materie oggi ‘concorrenti’ diventino di competenza esclusiva della Regione. “Da qui – ha aggiunto l’assessore all’Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli – inizia il percorso che per la prima volta ci consente di scrivere una pagina bianca. Abbiamo una grande responsabilità da condividere e sono certo che porterà a risultati storici”. Il dossier contiene schede approfondite di tutte le funzioni che sono riconducibili a 11 aree tematiche, nelle quali sono racchiuse le 15 materie. “Le rimanenti – ha precisato l’assessore – sono in fase di avanzata elaborazione poiché necessitano di ulteriori approfondimenti”. Le 11 aree sono: governo del territorio; grandi reti di trasporto e di navigazione; istruzione; ordinamento sportivo; porti e aeroporti civili; rapporti internazionali con l’UE e commercio con l’estero; ricerca scientifica e tecnologica; tutela dell’ambiente; tutela della Salute; tutela e valorizzazione dei beni culturali; welfare. L’attività delle delegazioni ministeriale e regionale si svolgeranno già a partire dalle prossime settimane, secondo un programma di lavoro che prevede incontri di approfondimento presso il Ministero ma anche attraverso videoconferenze che consentiranno un lavoro continuativo e approfondito. “Dunque già nella prossima settimana – ha concluso Fontana – è in programma un nuovo incontro a Roma tra le due delegazioni. Col ministro Stefano abbiamo condiviso anche la necessità di arrivare con la massima celerità a una soluzione, perché questo è quello che il nostro Paese attende da troppi anni. L’autonomia verrà apprezzata non solo dai cittadini e dalle Regioni che stanno già portando avanti questa richiesta, ma anche da quelle che magari oggi sono un po’ più timide”.

Condividi questo articolo