"/>
venerdì 22 giugno 2018 18:58:24
omnimilano

ARTIGIANATO, LIEVE CRESCITA IMPRESE A MILANO: ‘SPINTA’ DA STRANIERI

15 novembre 2017 Economia
Sono 68.777 le imprese artigiane a Milano al terzo trimestre 2017 secondo i dati della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi. In lieve crescita dello 0,3% in un anno.
Le imprese con titolare di origine straniera crescono del 4,3% in un anno, da 17.339 a 18.083. Tra i settori in crescita intorno al 4-5%: servizi paesaggistici e cura verde, servizi per gli uffici, software, divertimento, magazzinaggio e corrieri. In salita l’editoria. Bene l’alimentare, +4%.
I principali settori dell’artigianato a Milano sono: le costruzioni (22 mila imprese), taxi e trasporti e servizi alla persona (oltre 7 mila in entrambi i settori), servizi per il paesaggio e cura del verde (quasi 5 mila).
A Monza e Brianza ci sono 22 mila imprese al terzo trimestre 2017, in linea con il dato dello scorso anno. Principali settori: costruzioni (quasi 8 mila), servizi alla persona (2 mila), fabbricazione di prodotti in metallo (quasi 2 mila). Gli addetti sono 20 mila. Le imprese di stranieri nell’artigianato sono 3 mila.
A Lodi ci sono oltre 5 mila imprese artigiane, in linea con il dato dello scorso anno. Tra i principali settori: costruzioni (quasi 2 mila), servizi alla persona (circa 600).Gli addetti sono 5 mila. Le imprese di stranieri sono oltre mille.
In Lombardia il dato delle imprese artigiane è di 247 mila al terzo trimestre 2017 rispetto alle 249 mila dello scorso anno. Sono 226 mila gli addetti. Gli stranieri pesano con 44 mila imprese. I principali settori sono: costruzioni (82 mila), servizi alla persona (25 mila), taxi e trasporti (16 mila), cura edifici e paesaggio (12 mila).
“Questi dati – commenta il segretario generale dell’Unione Artigiani di Milano, Marco Accornero -, in parallelo con l’analisi su artigianato e mercato del lavoro nella Città Metropolitana milanese, presentata lo scorso lunedì, testimonia il buon andamento dei comparti artigiani sia sul versante della tenuta del numero delle imprese attive, sia su quello dell’occupazione. E’ però necessario sostenere e incoraggiare le micro, piccole e medie aziende artigiane, vera espressione dell’economia milanese e lombarda, attraverso politiche di semplificazione burocratica e di abbassamento del peso fiscale, per consentire loro una maggiore e più efficace competitività sui mercati globali.”

Condividi questo articolo