"/>
venerdì 18 agosto 2017 01:15:44
omnimilano

Alla Scala inaugurata una sezione dell’Anpi. Pisapia: “Musica e libertà”

20 aprile 2016 Cultura, Politica

“È un orgoglio per la Scala e per Milano inaugurare la sezione Anpi della Scala”: lo ha detto il sindaco di Milano Giuliano Pisapia oggi pomeriggio alla presentazione della nuova sede dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia all’interno del Piermarini. Alla celebrazione hanno preso parte il presidente nazionale di Anpi Carlo Smuraglia, il presidente regionale Roberto Cenati e il direttore musicale del teatro Riccardo Chailly. “Inaugurare questa sede poco prima del 25 aprile è un grande dono per tutti”, ha aggiunto Pisapia, che ha definito il teatro un “tempio di musica e di libertà: è importante che alla Scala ci sia un collegamento tra libertà e democrazia e musica”, ha concluso. Smuraglia ha ricordato l’importanza che ebbe la riapertura della Scala l’ 11 maggio 1946 con un concerto di Arturo Toscanini, decisione che ha definito “un atto politico”. “La cultura va coltivata come una pianta, e deve essere aiutata e essere oggetto dell’attenzione da parte di tutti i cittadini”, ha aggiunto. Durante la cerimonia sono state consegnate due targhe ai musicisti e professori Franco Fantini e Armando Burattin, che suonarono al concerto di riapertura nel 1946. Il sindaco è poi intervenuto sulla polemica di Corsico, dove l’amministrazione ha deciso di organizzare le celebrazioni del 25 aprile senza la partecipazione dell’Anpi. “Se la manifestazione” del 25 aprile “è possibile, è solo perché ci sono stati i partigiani, che hanno costruito l’Anpi”, ha detto. “Purtroppo per motivi di età sono pochi i partigiani rimasti, ma sono tanti i giovani che hanno ricevuto da loro quegli insegnamenti che ci hanno portato alla democrazia e alla libertà, e che sono fondamentali perché i valori fondanti della Costituzione non vengano calpestati”, ha concluso Pisapia.

Condividi questo articolo