"/>
lunedì 19 febbraio 2018 00:59:13
omnimilano

Tassista abusivo adescava giovani per violentarle, arrestato 30enne: riconosciuto con esame dna

22 gennaio 2018 Cronaca

E’ stata eseguita giovedì l’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un tassista abusivo di 30 anni albanese con piccoli precedenti di altra natura resosi responsabile di due episodi di violenza sessuale a Milano ai danni di due donne di circa 20-25 anni di cui una di origini straniere.
L’uomo faceva salire a bordo della propria auto, una Fiat Grande Punto, le sue vittime nei pressi della discoteca Old Fashion, sperando di cogliere le giovani in uno stato di “difese abbassate”. Usava sempre la stessa tecnica, un episodio risale all’11 novembre 2017, l’altro il 24 luglio 2016. L’uomo è stato individuato partendo da pochi elementi a partire dalla denuncia più recente, in cui la vittima ricordava solo di aver subito una violenza in taxi. Individuati i tassisti abusivi operanti vicino all’Old Fashion e identificato il 30enne è stato effettuato anche l’esame del Dna che lo ha riconosciuto come responsabile anche della violenza del 2016, che era ormai un caso archiviato. L’uomo è stato arrestato giovedì, a Milano. Oltre ad essere un tassista abusivo, era anche dipendente di una pizzeria. Uno dei particolari che hanno aiutato la sua identificazione é stato un cuore rosso appeso allo specchietto del Taxi che entrambe le vittime di circa 20 – 25 anni ricordavano seppur vagamente. Potrebbero esserci altri episodi a lui riferiti, sono in corso accertamenti.

Condividi questo articolo