"/>
sabato 19 agosto 2017 07:43:04
omnimilano

A palazzo Reale le “prospettive” di Escher: in mostra 220 opere del genio olandese

23 giugno 2016 Cultura

Incisore, intellettuale e matematico, Maurits Cornelis Escher, il poliedrico genio olandese che con la sua arte visionaria ha incantato anche grafici e scienziati, approda finalmente a Milano con una grande retrospettiva di oltre 200 opere. A Palazzo Reale sono esposti, da domani fino al 22 gennaio 2017, tutti i capolavori di Escher, come ‘Mano con sfera riflettente’, ‘Relatività (o Casa di scale)’, ‘Metamorfosi’ e ‘Belvedere’. Accanto a questi, esperimenti scientifici, giochi e approfondimenti didattici che consentono ai visitatori di comprendere le invenzioni e le prospettive proposte dall’artista, e come, a 34 anni dalla sua scomparsa, le sue opere possano essere il manifesto “pop” di quest’epoca dominata dalla tecnologia digitale. La mostra approda a Milano dopo il grande successo delle mostre a lui dedicate a Roma, Bologna e Treviso, che hanno totalizzato 580mila visitatori e scalato le classifiche delle esposizioni più amate e seguite dal pubblico. Le oltre 200 opere sono suddivise in sei sezioni: “La formazione: l’Italia e l’ispirazione Art Noveau”, “Dall’Alhambra alla tassellatura”, “Superfici riflettenti e struttura dello spazio”, “Metamorfosi”, “Paradossi geometrici: dal foglio allo spazio” e “Economia escheriana ed eschermania”. La mostra, promossa dal Comune di Milano, è prodotta e organizzata da Palazzo Reale, Arthemisia Group e 24 Ore Cultura, in collaborazione con la Escher Foundation, ed è curata da Marco Bussagli e Federico Giudiceandrea.

Condividi questo articolo